Mondo

Gentiloni,presto 140 soldati in Lettonia

'Invio soldati a confine Russia non è aggressione'

   L'Italia invierà nei prossimi mesi "140 soldati in Lettonia per partecipare alla forza Nato a guida canadese dispiegata nel Paese". Lo ha annunciato il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, in conferenza stampa congiunta con il segretario della Nato, Jens Stoltenberg, alla Nato Defense College di Roma. "L'Italia ha sempre dato il suo contributo ad un'impostazione di rafforzamento degli assetti difensivi nei Paesi del nord-est dell'Alleanza atlantica", ha spiegato il ministro.

    Gentiloni ha sottolineato che l'invio di soldati italiani in ambito Nato al confine orientale dell'Europa "non è una politica di aggressione nei confronti della Russia, ma di rassicurazione e difesa dei nostri confini come Alleanza". Queste decisioni "non influiscono minimamente nella linea di dialogo che l'Italia ha sempre proposto e condiviso con la Nato e che può e deve andare in parallelo con le rassicurazioni ai nostri alleati che si sentono a rischio", ha aggiunto.

   La decisione di schierare 140 soldati italiani nella missione Nato in Lettonia, ha quindi detto il ministro, è stata presa mesi fa nell'ambito del contributo italiano all'Alleanza nei Paesi baltici e non ha nessun rapporto con le attuali tensioni collegate alla Siria, né tantomeno rappresenta
un'interruzione del dialogo con la Russia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie