Turchia: Gay Pride Istanbul, lacrimogeni su corteo

Vicino a piazza Taksim, marcia era stata vietata dalle autorità

La polizia turca, schierata in assetto antisommossa, ha caricato con gas lacrimogeni alcuni manifestanti del Gay Pride di Istanbul, vietato dalle autorità. La carica, come testimoniato direttamente dall'ANSA, è avvenuta nel centralissimo viale Istiklal, a poche decine di metri da piazza Taksim, quando un gruppo ha esposto uno striscione arcobaleno e tentato di leggere una dichiarazione da un balcone, applaudito dagli attivisti.

Fermati due deputati tedeschi - Sono almeno 19 le persone fermate dalla polizia turca durante il Gay Pride di oggi pomeriggio a Istanbul, che era stato vietato dalle autorità. Lo sostengono gli organizzatori dell'evento, durante il quale è stato trattenuto dagli agenti anche un deputato tedesco dei Verdi, Volker Beck, rilasciato poco dopo. "La polizia mi ha tolto il passaporto e spinto via", ha denunciato lo stesso Beck, che voleva fare una dichiarazione a margine del corteo. Come riferito su Facebook dall'eurodeputato del Pd Daniele Viotti, presente al corteo, sarebbe stata trattenuta brevemente anche un'eurodeputata dei Verdi, la tedesca Terry Reintke

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie