Mondo

Virginia, omicida di Parker e Ward aveva scatti d'ira

WDBJ, un minuto di silenzio in diretta. Condoglianze dalla famiglia di Vester Lee Flanagan

Aveva frequenti scatti di rabbia contro i colleghi, usava un ''linguaggio del corpo aggressivo'' contro di loro, che si sentivano minacciati. E' quanto rivela un memo interno della televisione Wdbj7 pubblicato oggi dal britannico Guardian sul killer Vester Lee Flanagan che ieri ha ucciso la giornalista Alison Parker e il cameraman Adam Ward dell'emittente locale della Virginia, due ex colleghi, mentre erano in diretta per poi togliersi la vita.

Fra i documenti ottenuti dal giornale alcune lettere di richiamo inviate nel 2012 a Flanagan quando lavorava per la tv locale in cui gli viene chiesto e poi imposto dai dirigenti di rivolgersi a un medico per il suo grave problema di comportamento. Nel luglio del 2012 la richiesta dell'azienda era diventata ''obbligatoria'' e nel caso in cui Flanagan si fosse ancora rifiutato ancora sarebbe scattato il licenziamento, che è arrivato poco dopo.  

Stamane alle 6.45 del mattino la WDBJ ha voluto ricordare i colleghi uccisi con un momento di silenzio in diretta nell'ora esatta in cui il giorno prima, sempre in diretta, la giornalista Alison Parker e il cameraman Adam Ward sono stati uccisi a colpi di pistola. 

Intanto la famiglia di Vester Lee Flanagan II (che usava l'alias Bryce Williams),  ha diffuso, attraverso un suo rappresentante, una nota ufficiale in cui offre le sue condoglianze alle famiglie delle vittime.

"E' col cuore pesante e profonda tristezza che esprimiamo le nostre condoglianze più sincere alle famiglie di Alison Parker e Adam Ward. Stiamo in oltre pregando - prosegue la nota - per la guarigione di Vicki Gardner. I nostri pensieri e le nostre preghiere in questo momento vanno ai famigliari delle vittime e a WBDJ7 NEWS. Le parole non possono esprimere il dolore che proviamo per le vittime. La nostra famiglia chiede ai media che rispettino la nostra privacy".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie