Cina: restituito il passaporto all'artista Ai Weiwei

Andrà in Germania dove suo figlio vive ormai da un anno

L'artista cinese Ai Weiwei è di nuovo libero di viaggiare dopo quattro anni dal ritiro del passaporto da parte della autorità cinesi. Il 57enne ha postato una foto del documento sulla sua pagina di Instagram. Gli venne confiscato nel 2011 quando fu imprigionato senza capi d'imputazione per oltre 80 giorni. L'artista ha detto che per prima cosa si recherà in Germania dove suo figlio vive ormai da un anno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie