Squilibrato con machete, panico ad aeroporto New Orleans

Aveva anche 6 molotov. Ferito gravemente dalla polizia

Momenti di terrore all'aeroporto internazionale Louis Armstrong di New Orleans, negli Stati Uniti, quando un uomo ha tentato di aggredire con un machete gli agenti di polizia nei pressi di uno dei metaldetector e alcuni dei passeggeri in fila per i controlli. In una borsa sono state trovate anche 6 bombe molotov e nell'auto parcheggiata fuori dello scalo alcuni lacrimogeni. Insomma, poteva essere una strage. E lo spettro di un attacco terroristico si e' subito impossessato dei presenti, con un fuggi fuggi generale e una situazione di totale caos e panico. Soprattutto quando sono stati uditi diversi colpi di arma da fuoco. Quelli esplosi da un agente e che hanno colpito l'aggressore ferendolo gravemente. Ma sebbene non siano ancora chiari i motivi del gesto dell'uomo, le forze dell'ordine escludono la matrice terroristica. Robert White, 62 anni, e' una persona che soffre di disturbi mentali, con qualche piccolo precedente penale per disturbo della quiete pubblica e bagarinaggio. La polizia ha spiegato che la sua famiglia ha collaborato con le indagini


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie