Putin firma la legge, la Russia si ritira dal trattato Open Skies

Il documento è stato pubblicato sul portale ufficiale di informazioni legali

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato la legge per ritirare ufficialmente la Russia dal Trattato sui cieli aperti (Open Skies). Il documento è stato pubblicato sul portale ufficiale di informazioni legali. Il 19 maggio, la Camera bassa del Parlamento russo ha adottato all'unanimità la legge. La Camera alta ha seguito l'esempio il 2 giugno, quando ha approvato all'unanimità la misura. Lo riporta la Tass. 

E' attualmente in discussione la possibilità di tenere una conferenza stampa congiunta dei presidenti di Russia e Usa, Vladimir Putin e Joe Biden, al termine del vertice previsto il 16 giugno a Ginevra, "ma per ora è un punto del programma non confermato", dichiara il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ripreso dall'agenzia Interfax. "Al momento questo tema è in discussione, cioè la conferenza stampa congiunta dei due presidenti, ma per ora è un punto del programma non confermato", ha dichiarato Peskov. "Naturalmente - ha proseguito il portavoce di Putin - ripeto che questa deve essere una soluzione condivisa. E dopo che avremo concordato l'una o l'altra opzione vi faremo sapere. In ogni caso, Putin parlerà col pool presidenziale al termine del programma di Ginevra".

"Ho trasmesso un messaggio di unità europea nella mia telefonata con il presidente Putin". Lo annuncia su Twitter il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. "Il deterioramento delle relazioni Ue-Russia può cambiare solo se Mosca interrompe i suoi comportamenti destabilizzanti", aggiunge Michel precisando che nella telefonata si è discusso anche di "mettere a disposizione di tutti i vaccini efficaci per combattere la pandemia".


   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie