Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Real Estate
  4. Coronavirus: primi effetti mercato immobiliare Roma e Milano

Coronavirus: primi effetti mercato immobiliare Roma e Milano

Analisi Nomisma e Engel&Volkers dopo report su II semestre 2019

(ANSA) - ROMA, 10 MAR - A Milano "prezzi e domanda in calo a causa del Covid-19. Ma non si ferma il mercato della prima casa". A Roma "il segmento delle locazioni a lungo termine beneficia degli effetti del Coronavirus. Stabile l'interesse per l'acquisto della prima casa, in particolare di sostituzione".
    Primi effetti sul mercato immobiliare rilevati da Nomisma e Engel & Volkers presentando il report sull'andamento nelle due città nella seconda metà del 2019, prima dell'emergenza 2019, che registra "trend in crescita".
    "Nel comparto residenziale, la variazione semestrale dei prezzi delle abitazioni delle principali città italiane è tornata positiva, seppure a un tasso vicino allo zero, soprattutto in alcuni territori come Milano, in cui la crescita economica è più marcata. Oggi, tuttavia, questo trend risulta condizionato" dall'emergenza Coronavirus, dice l'Ad di Nomisma Luca Dondi, sottolineando che "la riduzione delle richieste di mutuo e la disdetta di numerose locazioni brevi sono solo il preludio delle conseguenze che si manifesteranno nelle prossime settimane". "Se da un lato, fino a poche settimane fa, abbiamo assistito a una costante crescita dei prezzi di vendita degli immobili a Milano, sostenuta da un'offerta di prodotto insufficiente a soddisfare la domanda, oggi, a causa del Coronavirus, prevediamo un impatto negativo sui prezzi e stiamo già assistendo a un calo della domanda", rileva Roberto Magaglio, Licence Partner Engel & Völkers Milano. Mentre il direttore commerciale di Engel & Völkers Italia, Alberto Cogliati, avverte: "Prima che entrasse in vigore il decreto dell'8 marzo, avevamo notato un aumento del numero degli italiani interessati a investire in Italia piuttosto che all'estero. Oggi, invece, alla luce delle ultime disposizioni, anche gli investimenti nel nostro Paese risultano compromessi, viste le restrizioni che riguardano la circolazione in zone strategiche dell'Italia". A Roma, viene evidenziato, si vive in uno stato di attesa rispetto all'evoluzione dell'emergenza, che sta portando la clientela a fare un passo indietro sulla compravendita di alcune tipologie di immobili in attesa che la situazione migliori. "Abbiamo riscontrato un interesse stabile da parte di famiglie o giovani coppie interessate all'acquisto della prima casa, in particolare di sostituzione, soprattutto nelle aree semi centrali, mentre sono calati gli investimenti su appartamenti di piccole dimensioni", spiega Helio Cordeiro Teixeira, managing director market center Roma Engel & Völkers.(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


      Modifica consenso Cookie