Metalmeccanici: nuovo contratto Cifa-Confsal

Al centro le competenze invece delle mansioni e

(ANSA) - ROMA, 16 SET - È stato firmato il nuovo contratto collettivo nazionale Metalmeccanica Pmi dell'associazione datoriale Cifa e della confederazione sindacale Confsal. Il contratto, sulla base dell'Accordo Interconfederale del 28 ottobre scorso, introduce innovazioni come la classificazione del personale per competenze, piuttosto che per mansioni, aumenti retributivi per il lavoratore che si forma con gli "scatti di competenza" e misure di welfare estese ai familiari.
    Inoltre, un sistema sperimentale di "certificazione contrattuale" permette di riconoscere, validare e certificare le competenze ai fini del riconoscimento dello scatto di competenza.
    Per il presidente di Cifa, Andrea Cafà, "proprio nel momento in cui è prioritario far ripartire il Paese e si registra il blocco del rinnovo dei contratti collettivi, Cifa e Confsal continuano a innovare le relazioni industriali".
    "L'intesa raggiunta nel settore della metalmeccanica - continua Cafà - ci consegna un modello contrattuale inclusivo e rivoluzionario che stimola gli investimenti sul capitale umano".
    Per il segretario generale di Confsal, Angelo Raffaele Margiotta "c'è all'orizzonte una contrattazione collettiva nuova, capace di coniugare il tema della crescita professionale con quello delle tutele e del welfare". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        BANCA IFIS
        Vai alla rubrica: PMI



        Modifica consenso Cookie