COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale di Business Wire

SL Green festeggia la storica inaugurazione di One Vanderbilt Avenue

La torre, alta 1.401 piedi, ridefinisce lo skyline di Manhattan, trasforma l'ambiente di lavoro moderno e afferma nuovamente il futuro della città di New York

Presentato l'investimento privato di SL Green, del valore di 220 milioni di dollari USA, comprensivo di spazi pubblici, tra cui una nuova piazza, un grande ambiente di transito e miglioramenti che aumentano la capacità del Grand Central Terminal

Business Wire

SL Green Realty Corp. (NYSE: SLG), il maggior locatore di uffici di Manhattan, in collaborazione con i partner Hines e National Pension Service of Korea, oggi ha inaugurato One Vanderbilt Avenue, la torre che modifica il profilo panoramico nel cuore dell'East Midtown. Per il taglio del nastro, ai dirigenti di SL Green si sono aggiunti funzionari governativi e dei trasporti, leader sindacali, locatari dell'edificio e il team di sviluppo, riuniti per celebrare l'apertura ufficiale della nuova icona di New York. L'11 settembre l'edificio ha ottenuto l'abitabilità temporanea ufficiale.

questo comunicato stampa include contenuti multimediali. Visualizzare l’intero comunicato qui: https://www.businesswire.com/news/home/20200916005465/it/

Standing 1,401 feet tall and totaling 1.7 million square feet, One Vanderbilt offers an unparalleled package of amenities, innovative office design, technology offerings, best-in-class sustainability practices and a prime location at the doorstep of Grand Central Terminal. The iconic tower is the tallest office tower in Midtown Manhattan. (Photo: Business Wire)

Standing 1,401 feet tall and totaling 1.7 million square feet, One Vanderbilt offers an unparalleled package of amenities, innovative office design, technology offerings, best-in-class sustainability practices and a prime location at the doorstep of Grand Central Terminal. The iconic tower is the tallest office tower in Midtown Manhattan. (Photo: Business Wire)

Con i suoi 1.401 piedi di altezza, One Vanderbilt Avenue è la nuova sede di molte delle principali realtà finanziarie, bancarie, legali e immobiliari internazionali, ed è già affittata per circa il 70%. Il grattacielo ha una superficie di 1,7 milioni di piedi quadrati e presenta una serie di eccellenti servizi, design innovativo degli uffici, offerte tecnologiche, pratiche di sostenibilità ottimale e una posizione privilegiata in prossimità di Grand Central Terminal.

"Oggi siamo orgogliosi di inaugurare ufficialmente One Vanderbilt Avenue e di arricchire l'impareggiabile profilo di Manhattan con un nuovo monumento, contribuendo alla rivitalizzazione dell'East Midtown, all'insegna di un futuro luminoso per la più grande città del mondo", ha dichiarato Marc Holliday, presidente e CEO di SL Green. "One Vanderbilt Avenue è già diventato il miglior indirizzo di Manhattan, sede di importanti aziende globali e caratterizzato dallo spazio e dalla vista più incredibili su New York. One Vanderbilt Avenue è anche la prova di quanto sia possibile ottenere con la collaborazione tra pubblico e privato per rafforzare la città di New York. Oggi siamo entusiasti di offrire ai suoi abitanti una straordinaria serie di miglioramenti pubblici, finanziati da privati, nell'area di Grand Central Terminal e nelle vicinanze".

Una partnership pubblico-privata

One Vanderbilt Avenue rappresenta un nuovo modello per la partnership tra settore privato e governo finalizzata all'offerta di benefici essenziali in termini di infrastrutture pubbliche, creata in collaborazione con la città di New York e l'Autorità dei trasporti metropolitani nell'ambito della storica riconversione di East Midtown.

Oggi SL Green ha presentato un pacchetto di miglioramenti di spazi pubblici e aperti e di infrastrutture dei trasporti del valore di 220 milioni di dollari USA, che contribuirà ad alleviare la congestione e il sovraffollamento sui marciapiedi delle metropolitane, a migliorare la circolazione all'interno del terminal e nelle sue vicinanze, e a creare nuovi percorsi diretti verso le ferrovie regionali.

I miglioramenti alle infrastrutture comprendono una nuova sala di 4.000 piedi quadrati destinata al trasporto pubblico all'interno della torre, che fornisce migliori collegamenti alla linea Metro-North Railroad, alla navetta per Times Square e alla futura stazione di Long Island Rail Road, tutto parte del progetto East Side Access in fase di realizzazione. Accanto alla sala per il transito vi è una nuova piazza pedonale di 14.000 piedi quadrati su Vanderbilt Avenue, tra East 42nd e 43rd Street.

SL Green ha realizzato anche due nuovi ingressi stradali alla metropolitana e ha riaperto il Mobil Passageway, che collega Grand Central a una nuova entrata posta all'angolo sud-est tra la 42a Strada e Lexington Avenue. Anche la circolazione all'interno della stazione della metropolitana Grand Central è stata notevolmente migliorata, con uno spazio ampliato del 37% per la circolazione nel mezzanino, nuove scale che facilitano l'accesso tra il mezzanino e i livelli dei marciapiedi delle linee 4, 5, 6 e 7 della metropolitana, un nuovo ascensore adatto anche ai disabili, nuove scale mobili e ascensori tradizionali, tornelli e cancelli aggiuntivi e scale che portano alla fermata della navetta per Times Square. Queste modifiche alleggeriranno il sovraffollamento sui marciapiedi e consentiranno di effettuare una corsa in più all'ora in questa stazione.

I miglioramenti al transito effettuati da SL Green al Grand Central Terminal rappresentano un complemento dell'iniziativa 42 St Connection Project di MTA Construction & Development. Una volta perfezionato, il 42 St Connection Project collegherà in modo più fluido il corridoio di transito sotto la 42esima Strada, per agevolare gli spostamenti, ridurre il tempo complessivo di viaggio per i pendolari e ampliando l'accesso al sistema di trasporti per i clienti con disabilità, rendendo accessibile la linea 42 St Shuttle. Ogni giorno più di 1,1 milione di persone attraversa il corridoio della 42 St, una cifra che supera il numero dei passeggeri giornalieri dell'intero sistema di metropolitane e autobus di Boston.

"Mentre ricostruiamo una città migliore e più equa abbiamo più che mai bisogno di oculati progetti di sviluppo come One Vanderbilt Avenue", è stato il commento del sindaco de Blasio. "Le partnership tra pubblico e privato come queste aiuteranno New York a tornare ad essere ancora più forte e a rivitalizzare le principali aree commerciali come Midtown East nel corso di questo processo. Oggi sono orgoglioso di affiancare i nostri partner della comunità imprenditoriale e punto a collaborare con loro su altri progetti coraggiosi e ambiziosi in futuro".

"Ora più che mai dobbiamo dimostrare ai nostri concittadini che siamo in grado di continuare a centrare obiettivi importanti in questa città, come il completamento e l'inaugurazione di One Vanderbilt Avenue. Ancora più importante, chi lavora, vive e si sposta nella zona di Grand Central riscontrerà un effetto immediato sulla qualità della vita, grazie ai benefici che siamo stati in grado di garantire a livello pubblico", è stata la dichiarazione di Gale A. Brewer, presidente del Distretto di Manhattan. "Dai nuovi transiti verso i marciapiedi della metropolitana ai collegamenti diretti verso le linee regionali e alla nuova piazza pubblica a Grand Central, si tratta di miglioramenti sostanziali a vantaggio della comunità per i prossimi anni. Voglio ringraziare SL Green, un ottimo partner che continua nella rivitalizzazione di East Midtown trasformandolo in uno dei principali distretti commerciali del mondo".

"La riqualificazione dell'East Midtown ha offerto un'opportunità incredibile per modernizzare l'area di Midtown, con il collegamento della nuova espansione ai trasporti pubblici e agli spazi aperti", ha affermato Keith Powers, membro del Consiglio. "Oggi One Vanderbilt Avenue è il primo progetto importante a centrare questo obiettivo. Auspichiamo che i nostri cittadini, quindi, in futuro sfruttino questi nuovi miglioramenti alla metropolitana e gli spazi pubblici attorno a Grand Central".

"Grand Central è tra le stazioni della metropolitana più affollate di New York e di tutto il mondo. Grazie alla maggior capacità di accesso e di uscita offerta da questi aggiornamenti all'avanguardia, sarà più facile muoversi all'interno della stazione, con una miglior esperienza del cliente", ha dichiarato Janno Lieber, presidente di MTA Construction and Development. "Il progetto dimostra anche come la nuova organizzazione MTA C&D utilizzi gli investimenti privati ??per completare meglio i progetti, e in modo più rapido ed economico. One Vanderbilt Avenue è la prova della rinascita di East Midtown e il completamento di East Side Access, nel 2022, ne consoliderà lo status di area di alto livello".

Sedi per le principali società bancarie, finanziarie e legali del mondo

Con un solido elenco di inquilini formato da società finanziarie, bancarie, legali e immobiliari di pregio, quasi il 70% di One Vanderbilt Avenue è già concesso in locazione. Questi nomi includono TD Securities, una delle principali società bancarie e di investimento che offre un'ampia gamma di prodotti e servizi dedicati ai mercati di capitali e TD Bank, America's Most Convenient Bank, una delle 10 maggiori banche degli Stati Uniti; le società di private equity The Carlyle Group, KPS Capital Partners, Oak Hill Advisors, InTandem Capital, SageWind Capital e Sentinel Capital Partners; i prestigiosi studi legali Greenberg Traurig e McDermott Will & Emery; l'importante società finanziaria globale DZ Bank, con sede in Germania; il trust di investimenti immobiliari quotato in Borsa MFA Financial Inc.; e SL Green Realty Corp.

"In qualità di maggior locatario, il progetto One Vanderbilt di TD riflette la nostra crescita e l'impegno verso la città di New York", ha dichiarato Greg Braca, presidente e CEO di TD Bank, America's Most Convenient Bank. "Il nostro desiderio di consolidare più entità in un unico edificio iconico crea un campus futuristico orientato al cliente per colleghi e clienti e per la comunità. One Vanderbilt Avenue ospiterà diverse unità aziendali, tra cui TD Securities e TD Bank, America's Most Convenient Bank, che includerà un TD store a livello strada per i clienti che vivono nella Grande Mela, che ci lavorano e che la visitano".

Un design iconico

Kohn Pedersen Fox (KPF) Associates è il creatore del design iconico di One Vanderbilt Avenue, formato da quattro piani che si intrecciano e si slanciano a spirale verso il cielo. Alla base della torre, una serie di tagli angolari a sud dell'isolato crea una prospettiva scenica verso il Grand Central Terminal, con vista sull'angolo Vanderbilt della magnifica cornice del Terminal, nascosto al pubblico per quasi un secolo. La facciata in terracotta della torre, ricoperta dalle stesse particolari piastrelle del soffitto di tutta la stazione, dona a questa slanciata struttura un aspetto naturale e luminoso. L'American Institute of Architects (AIA) ha insignito One Vanderbilt Avenue e KPF del prestigioso 2018 AIANY Merit Award in Urban Design.

"La torre One Vanderbilt Avenue richiama l'età d'oro dell'architettura dei grattacieli di New York; questa torre rettangolare, con la sua punta rastremata evidente entra a far parte dello skyline urbano, insieme agli edifici dell'Empire State e Chrysler", ha affermato James von Klemperer, presidente di KPF e responsabile del progetto. "Allo stesso tempo, questo design conferisce all'edificio, che si collega a Grand Central Terminal sia dal punto di vista spaziale che stilistico, una nuova rilevanza sociale e ambientale. Siamo entusiasti di aver potuto progettare un grattacielo commerciale in grado di supportare i temi critici di oggi, la sostenibilità edilizia e l'arricchimento dell'ambito pubblico. Nell'insieme, il progetto ha già dimostrato di rappresentare una spinta propulsiva per l'East Midtown e di promuovere il progressivo svecchiamento dello storico quartiere degli affari di Manhattan".

Un'innovazione per il benessere e la sostenibilità

In qualità di leader globale nelle iniziative ambientali, sociali e di governance, SL Green ha investito 17 milioni di dollari per le caratteristiche all'insegna della sostenibilità di One Vanderbilt Avenue, garantendo che la torre mantenga uno degli impatti più contenuti in termini di carbonio rispetto a edifici di dimensioni simili nella città di New York. La torre è stata realizzata con tondini in acciaio riciclato al 90%, vanta tecnologie all'avanguardia come la co-generazione di 1,2 MW e sistemi di raccolta di 90.000 galloni di acqua piovana e, con i suoi vetri a performance elevate, regola l'isolamento per riscaldamento e condizionamento. One Vanderbilt Avenue è ben posizionato per la conquista di numerose distinzioni in materia ambientale, tra i cui i livelli più elevati di certificazioni LEED e WELL.

One Vanderbilt Avenue integrerà l'iniziativa "SL Green Forward", che promuove un alto grado di sicurezza, pulizia e benessere per i locatari. Presenterà un'unica applicazione stand-alone per il controllo degli accessi degli inquilini, la gestione dei visitatori e le chiamate degli ascensori, consentendo a locatari e ospiti di usufruire di un'esperienza di spostamento fluida e senza contatto, dai tornelli fino agli ascensori. L'edificio offrirà controlli ingegneristici come il filtraggio MERV-16 e l'incremento dell'aria esterna. SL Green ha implementato Silent Sentinel, una tecnologia di imaging termico in grado di rilevare 100 persone al minuto, per evitare lunghe code.

Costruito dai newyorkesi per i newyorkesi

La realizzazione di One Vanderbilt Avenue è terminata prima del previsto e nel rispetto del preventivo a opera di un team con totale rappresentanza sindacale, sotto la guida di Construction Manager AECOM Tishman, che ha coinvolto oltre 3.000 lavoratori per quasi quattro anni. Nei momenti di maggior attività, ogni giorno sul sito erano presenti 1.400 lavoratori, impegnati nel completamento del progetto, a cui hanno preso parte, inoltre, quasi cinquanta imprese in subappalto. L'iconica torre ha richiesto l'impiego di oltre 26.000 tonnellate di acciaio realizzato e fabbricato negli Stati Uniti, e 74.000 iarde cubiche di calcestruzzo.

L'impegno nei confronti del lavoro sindacale in One Vanderbilt Avenue continuerà per tutto il periodo di utilizzo dell'edificio. A pieno regime, le attività per il grattacielo saranno espletate da quasi 150 dipendenti rappresentati da 32BJ SEIU, Local 94 e NUSOG.

"A seguito della collaborazione tra SL Green e 32BJ presso 1 Vanderbilt, i lavoratori di New York potranno beneficiare di nuovi posti di lavoro di qualità elevata, in un momento davvero appropriato", ha dichiarato Kyle Bragg, presidente di 32BJ SEIU. "Nel mezzo di una pandemia, questo progetto dimostra come il nuovo sviluppo possa offrire opportunità per i lavoratori dei servizi edili, per le loro famiglie e comunità".

"One Vanderbilt Avenue rappresenta i valori che definiscono Gerald Hines e la sua eredità basata sull'abbinamento tra partner ottimali e progetti iconici. Il suo splendido design fa onore alla responsabilità

legata alla dinamica tradizione dei grattacieli di New York", è stato il commento di Tommy Craig, direttore generale senior di Hines. "L'esecuzione impeccabile, nonostante le tante difficoltà dell'ultimo decennio, testimonia la qualità e l'impegno dell'intero team progettuale, oltre alla forza della partnership SL Green-Hines".

"Vogliamo ringraziare SL Green per la loro visione e leadership, e per averci incluso in questo grande progetto", ha affermato Jay Badame, presidente di AECOM Tishman. "Questo edificio è più di un simbolo della rinascita di Midtown East; è un simbolo della resilienza di New York e un tributo alle migliaia di professionisti che lo hanno realizzato e che costruiscono in questa città. Abbiamo costruito icone di New York in passato, lo abbiamo fatto qui, e sappiamo che lo faremo ancora".

Servizi d'eccellenza, come il ristorante di Daniel Boulud e il punto panoramico

Nel primo trimestre del 2021 Daniel Boulud, chef di fama mondiale, inaugurerà il ristorante 'Le Pavillon' in One Vanderbilt Avenue. Con 11.000 piedi quadrati di superficie e un soffitto di ben 60 piedi, Le Pavillon occuperà l'angolo sud-est del secondo piano, di fronte al Grand Central Terminal, con una suggestiva panoramica sul Chrysler Building.

"Sono davvero entusiasta di poter aprire Le Pavillon in One Vanderbilt Avenue. Lavoriamo instancabilmente per creare un'oasi culinaria accessibile a tutti nel cuore di Midtown. Il nostro menù si concentrerà principalmente su frutti di mare e verdure, con un forte accento locale e stagionale. Le Pavillon coniugherà architettura e natura, pur celebrando tutto il fascino di New York", ha affermato lo Chef Daniel Boulud.

Tutti gli inquilini del grattacielo potranno accedere a una serie di servizi impareggiabili rispetto ad altri edifici a uso ufficio di New York, tra cui un piano di 30.000 piedi quadrati riservato ai soli locatari con ampie sale riunioni, lounge privata, offerta gastronomica selezionata e una straordinaria terrazza esterna affacciata su Grand Central Terminal. Gli uffici si caratterizzano per altezze che vanno da 14,5 piedi a 24 piedi, interamente ricoperte, pavimenti senza colonne, splendida vista a 360 gradi da finestre a tutta altezza e le migliori infrastrutture della categoria. One Vanderbilt Avenue sarà caratterizzato anche da un punto panoramico esterno, per altezza il secondo di tutta New York.

Una realizzazione durata vent'anni

Il viaggio di One Vanderbilt Avenue inizia nel 2001, quando SL Green rileva 317 Madison Avenue, il primo dei quattro edifici che sorgevano sul sito. Altre due proprietà, 331 Madison Avenue e 48 East 43rd Street, sono state acquisite nel 2007, con l'ultima proprietà, 51 East 42nd Street, acquistata nel 2011. Il progetto iniziale è stato annunciato nel 2013, come parte dell'iniziativa cittadina di riqualificazione dell'area di East Midtown, con un piano aggiornato presentato nel 2014 nell'ambito del Vanderbilt Corridor Rezoning che includeva miglioramenti degli spazi pubblici per 220 milioni di dollari nell'area interna e circostante a Grand Central Terminal. One Vanderbilt Avenue è stato approvato all'unanimità dal Consiglio comunale nel maggio 2015, e la demolizione è iniziata nello stesso anno. Nell'ottobre 2016 si è tenuta la posa ufficiale della prima pietra; l'anno successivo è stata creata la joint venture con Hines e con il National Pension Service of Korea.

"È stata la sfida più complessa mai affrontata, con infiniti ostacoli normativi, politici, legali e tecnici in ogni fase del percorso. In molti momenti è stato difficile, ma abbiamo creduto in questa città e in questo progetto, e questo ci ha spinto a continuare", è il parere di Andrew Mathias, presidente di SL Green Realty Corp.

Food1st

Food1st è una fondazione non a scopo di lucro fondata nel mese di aprile da SL Green, in collaborazione con lo chef Daniel Boulud, per alleviare la carenza alimentare a New York, amplificata nel corso degli ultimi 5 mesi. La missione di Food1st è aiutare a nutrire i newyorkesi e gli operatori dei servizi di emergenza con accesso limitato al cibo, in collaborazione con i servizi di ristorazione, in modo da aiutare anche a rivitalizzare questo settore in un momento difficile per i suoi lavoratori. A tutt'oggi, Food1st ha raccolto oltre 3 milioni di dollari e ha servito quasi 350.000 pasti gratuiti.

In occasione dell'inaugurazione, i partner di One Vanderbilt Avenue hanno donato 100.000 dollari alla Food1st Foundation per la preparazione e la fornitura di 15.000 pasti gratuiti distribuiti il 14 settembre alle persone in difficoltà. 2.000 di questi pasti saranno offerti alle comunità del South Bronx, di cui 1.000 pasti ai lavoratori impegnati in prima linea al Lincoln Hospital.

"Per la mia comunità nel South Bronx, l'accesso a cibo sano e di qualità è un problema storico peggiorato dal COVID", ha dichiarato Rafael Salamanca Jr., membro del Consiglio. "Siamo grati ai partner di One Vanderbilt Avenue e a Food1st per l'impegno verso tutti gli abitanti di questa città, e per averci ricordato che, insieme, siamo più forti".

Per visualizzare b-roll, foto e video degli eventi della giornata a One Vanderbilt Avenue fare clic qui.

Informazioni su SL Green

SL Green Realty Corp., una società S&P 500 e il maggior locatore di uffici in Manhattan, è un fondo di investimento immobiliare totalmente integrato, o REIT, focalizzato principalmente sull'acquisizione, la gestione e la massimizzazione del valore delle proprietà commerciali in Manhattan. Al 30 giugno 2020, SL Green deteneva partecipazioni in 96 edifici, per un totale di 41,0 milioni di piedi quadri, di cui interessi come proprietario in 28,7 milioni di piedi quadri di edifici in Manhattan e 11,2 milioni di piedi quadri relativi a investimenti correlati al debito e azionari privilegiati.

Informazioni su Hines

Hines è una società a capitale privato di investimenti di livello internazionale nel settore immobiliare, fondata nel 1957 e presente in 225 città di 25 paesi del mondo. Gestisce circa 144,1 miliardi di dollari di asset, di cui 75,5 miliardi come gestore di investimenti, compresi asset non immobiliari, e 68,6 miliardi come fornitore di servizi a livello di proprietà per conto terzi. Attualmente ha 165 progetti di sviluppo immobiliare in corso in tutto il mondo. Nel corso degli anni, Hines ha sviluppato, riqualificato o acquisito 1.426 proprietà, per un totale di oltre 472 milioni di piedi quadri. L'attuale portafoglio di gestione di beni e proprietà di Hines include 576 proprietà che si estendono su oltre 246 milioni di piedi quadri. Grazie a una vasta esperienza negli investimenti nell'intera gamma del rischio e in tutti i tipi di proprietà, e allo spirito all'avanguardia nella sostenibilità, Hines è una delle maggiori e più rispettate società nel settore immobiliare in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni visitare www.hines.com.

Dichiarazioni a carattere previsionale

Il presente comunicato stampa include alcune dichiarazioni che possono essere considerate come "dichiarazioni a carattere previsionale" ai sensi del Private Securities Litigation Reform Act del 1995 e coperte dalle cosiddette disposizioni 'safe harbour'. Tutte le dichiarazioni, che non siano fatti storici, incluse in questo comunicato stampa e relative ad attività, eventi o sviluppi che prevediamo, anticipiamo o attendiamo che si verificheranno o si potrebbero verificare in futuro, sono dichiarazioni a carattere previsionale. Le dichiarazioni a carattere previsionale non garantiscono performance future e si avverte il lettore di non prestare un indebito affidamento su di esse. Le dichiarazioni a carattere previsionale generalmente sono identificabili dall'uso delle parole "può", "sarà", "dovrebbe", "aspettarsi", "anticipare", "stimare", "credere", "intendere", "progetto", "continua" o la forma negativa di questi termini, o altre parole o termini simili.

Le dichiarazioni a carattere previsionale contenute nel presente comunicato stampa sono soggette a una serie di rischi e incertezze, molti dei quali al di fuori del controllo dell'azienda, che possono far sì che i risultati, le performance o i conseguimenti effettivi siano sostanzialmente diversi dai risultati, dalle performance o dai conseguimenti futuri espressi o impliciti in tali dichiarazioni a carattere previsionale. Fattori e rischi per la nostra attività che potrebbero causare una divergenza tra i risultati effettivi e quanto riportato nelle dichiarazioni a carattere previsionale sono riportati nei documenti depositati dall'azienda presso la Securities and Exchange Commission. Tali rischi e incertezze includono, ma non a titolo esaustivo, potenziali incertezze e rischi relativi al nuovo coronavirus (COVID-19).

SLG – GEN

Fonte: SL Green Realty Corp.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Matt DiLiberto
Direttore finanziario
212.594.2700

Permalink: http://www.businesswire.com/news/home/20200916005465/it

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie