Olio: Bellanova, campioni dello sport ambasciatori di qualità

Campagna firmata da Coni-Mipaaf-Ismea con sei Azzurri

I campioni dello sport diventano ambasciatori dell'olio extra vergine italiano nel mondo e possono fare la differenza nelle scelte dei cittadini consumatori verso la qualità. E' il messaggio della ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova, alleata con Coni e Ismea nella nuova campagna promozionale incentrata sul binomio vincente cibo e sport. Obiettivo è diffondere la cultura legata dell'extra vergine e ai territori di produzione, che incoraggi comportamenti di acquisto più consapevoli, promuovendo una maggiore conoscenza delle oltre 500 cultivar made in Italy e dei 48 oli tra Dop e Igp. L'iniziativa rientra nella campagna di comunicazione istituzionale "Olio su tavola - I capolavori dell'extravergine" promossa dal Mipaaf e realizzata dall'Ismea.

Protagonisti dell'iniziativa sono sei atleti in altrettanti video che verranno divulgati nei prossimi giorni sui canali social del Coni e dell'Ismea. Sono la schermitrice Alice Volpi, il campione di beach volley Paolo Nicolai, la campionessa europea di pugilato Irma Testa, il pallanotista Stefano Luongo, Vito Dell'Aquila, bronzo ai mondiali di Taekwondo in Corea del Sud nel 2017 e Martina Centofanti campionessa di Ginnastica ritmica. Grazie al contributo del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, l'extra vergine di oliva assume una doppia valenza: alleato del benessere e vanto nazionale, al pari degli atleti che rappresentano l'Italia Team per Tokyo 2020. A parlare sono le immagini del video istituzionale dove sportivi, olivicoltori e frantoiani sono uniti in una metafora che evoca il rilancio dell'Italia in un momento difficile come l'attuale.

"Non si tratta soltanto di campionesse e di campioni che primeggiano con i loro risultati ma di veri testimonial del 'made in Italy' nel mondo - ha commentato il presidente del Coni Giovanni Malagò - ed è naturale per il Coni e l'Italia Team fare squadra con Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e Ismea in questa campagna che promuove i nostri capolavori". Il direttore generale dell'Ismea, Raffaele Borriello, ha ricordato che l'Italia è il principale consumatore mondiale di extra vergine, oltre a essere il secondo player per produzione ed export. "Eppure - ha fatto notare - a differenza del vino, l'olio è ancora oggi percepito spesso come una commodity indifferenziata, per la quale è soprattutto il prezzo a guidare le decisioni di acquisto, ma qualche cosa è cambiato. Recenti indagini Ismea, infatti, ci confermano che negli ultimi 10 anni si è modificata la percezione del consumatore rispetto all'extravergine; e la campagna di comunicazione ha proprio l'obiettivo di amplificare questo cambiamento affinché il consumatore sia messo in grado di compiere scelte consapevoli".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Vai alla rubrica: Agrimercati



Modifica consenso Cookie