Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Borsa: Europa risale, Wall Street poco mossa, Milano +0,1%

Borsa: Europa risale, Wall Street poco mossa, Milano +0,1%

Spread a 190 punti, effetto Putin sul greggio, risale il gas

Riprendono quota le principali borse europee che girano al rialzo con i listini Usa poco mossi intorno alla parità. Saliti oltre le stime i prezzi alla produzione Usa in novembre (+0,3% contro lo 0,2% previsto), in rialzo a 190 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo italiano in crescita di 11,8 punti al 3,797% e quello tedesco di 8,9 punti all'1,898%. La minaccia del presidente russo Vladimir Putin di tagliare la produzione di greggio in risposta a un possibile tetto massimo fissato dall'Ue spinge le quotazioni dell'oro nero (Wti +1,3% a 72,37 dollari al barile). Inverte la rotta il gas naturale (+1,52% a 141 euro al MWh), che ritrova i massimi dalla chiusura dello scorso 31 ottobre, mentre il dollaro sale a 0,949 euro e scende a 81,53 penny.
    La migliore è Madrid (+0,55%), seguita da Francoforte (+0,47%), Parigi (+0,23%), Londra e Milano (+0,1% entrambe).
    Contrastati i petroliferi Eni (+0,2%), Shell (-0,2%), Bp e TotalEnergies (-0,9 entrambe%). Riducono il calo i telefonici Tim (-0,35%) e Deutsche Telekom (-0,78%), accelerano invece i produttori di semiconduttori Stm (+1,05%), Asm (+1,5%), Nordic (+3%) e Soitec (+2,65%). Contrastate le banche dopo i dati sulla restituzione dei prestiti Tltro alla Bce, pari a 447,5 miliardi, contro i 333 stimati. Corrono Commerzbank (+2%), Credit Agricole (+1,8%) e SocGen (+1,3%), tiene Mps (+0,5%), cedono invece Unicredit (-0,6%), in vista di una possibile richiesta della Bce di incremento dei requisiti minimi patrimoniali (Srep) e Banco Bpm (-0,45%). Poco mosse Bper (-0,1%) e Intesa (+0,05%).
    Acquisti sugli automobilistici Volvo (+2,5%9, Mercedes (+2,4%)e Bmw (+1,3%), sotto pressione invece Stellantis (-2,76%), oggetto di prese di beneficio dopo i recenti rialzi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie