Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Borsa: Europa allunga passo con futures Usa, Milano +0,78%

Borsa: Europa allunga passo con futures Usa, Milano +0,78%

Produzione Spagna meglio di stime, parlano Lagarde e Powell

(ANSA) - MILANO, 11 GEN - Allungano il passo le principali borse europee con i futures Usa in territorio positivo. In rialzo sopra le stime la produzione industriale in Spagna a novembre (+4,8% contro l'atteso +0,6%), mentre le vendite al dettaglio italiane sono salite su base annua (+12,5%) e scese su base mensile (-0,4%). La migliore è Parigi (+1,2%), seguita da Francoforte (+1,1%), Milano (+0,8%), Madrid (+0,75%) e Londra (+0,5%). E' atteso nella mattinata un intervento della presidente della Bce Christine Lagarde, mentre il suo omologo alla Fed Jerome Powell sarà ascoltato in serata dalla Commissione Bancaria del Senato Usa. In arrivo la fiducia delle Pmi americane, le richieste settimanali di mutui e le anticipazioni dell'Api (American Petroleum Institute) sulle scorte settimanali di greggio, scese la scorsa settimana di 6,43 milioni di barili.
    In calo a 133,2 punti base lo spread tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento italiano annuo in ribasso di 1,4 punti base all'1,27%. Sale il greggio (Wti +1,43% a 79,34 dollari al barile) a differenza del gas (-2,24% a 82,71 euro al Mwh), positivi i metalli tranne il rame (-0,87%). In calo il dollaro a 1,13 sull'euro e a 1,36 sulla sterlina, mentre risale a 115,32 yen.
    In luce i produttori di semiconduttori Be (+5,32%), Asm (+3,79%), Stm (+2,78%) e Infineon (+2,35%) dopo la raccomandazione d'acquisto di Citigroup. Contrastati gli automobilistici Stellantis (+0,93%), Bmw (+0,44), Volvo (-2,75%) e Daimler (-0,38%), bene invece i farmaceutici Sanofi (+2,08%), Bayer (+2%) e Recordati (+1,7%), mentre riduce il rialzo Diasorin (+1%).
    Salgono i petroliferi TotalEnergies (+1,29%) , Shell (+0,82%), Eni (+0,85%) e Bp (+0,58%), mentre Saipem (+2,25%) è favorita da due nuove commesse per quasi 1 miliardo di euro. In campo bancario brilla Bper (+2,11%), che ha ottenuto l'esclusiva su Carige (-11%), congelata anche al ribasso, che si porta sugli 0,8 euro dell'Opa. Sull'Istituto ligure aveva messo gli occhi anche e Credit Agricole (+0,83%), costretta a rinunciare. Bene Caixabank (+1,75%), Bbva (+1,08%) insieme a Intesa (+0,6%) e Banco Bpm (+0,67%). Fiacca Uni credit (-0,17%). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie