Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Ocse, il Pil dell'Italia verso il 6,3%, Omicron è una minaccia per la ripresa

Ocse, il Pil dell'Italia verso il 6,3%, Omicron è una minaccia per la ripresa

Documento sulle prospettive economiche presentato a Parigi

La forte ripresa del 6,3% realizzata dall'Italia nel 2021, con l'uscita dalle principali restrizioni legate al coronavirus, diminuirà progressivamente nel 2022 e nel 2023, con una crescita rispettiva del 4,6% e del 2,6%: è quanto si legge nelle Prospettive Economiche dell'Ocse presentate oggi a Parigi. A livello mondiale, il Pil scenderà al 4,5% nel 2022 e al 3,2% nel 2023. Stessa tendenza nella zona euro, dove il Pil passerà dal 4,3% del 2022 al 2,5% del 2023.

Il tasso di disoccupazione dell'Italia scenderà dal 9,6% del 2021, all'8,9% del 2022 all'8,4% del 2023. Previsto anche un calo del debito italiano che scenderà dal 154,6% del Pil nel 2021 al 150,4% nel 2022 al 148,6% nel 2023.

L'attuazione delle riforme strutturali per digitalizzare e semplificare la giustizia, aumentare la concorrenza, soprattutto nei servizi, e migliorare l'efficacia della pubblica amministrazione "resta cruciale" per l'Italia, insieme alla riforma fiscale per ridurre il cuneo e la complessità delle imposte sul lavoro: è quanto si legge nella sceda consacrata all'Italia delle Prospettive Economiche dell'Ocse, presentate oggi a Parigi. 

Il segretario generale dell'Ocse, Mathias Cormann, presentando le stime economiche dell'Ocse, ha lanciato un severo avvertimento sulle disparità mondiali rispetto alla campagna vaccinale. Disparità, che oltre ad avere conseguenze sulla salute hanno anche un impatto sull'economia. "La copertura vaccinale resta ineguale, nei Paesi in via di sviluppo ma anche qui in Europa", ha detto Cormann. invitando a "proseguire gli sforzi senza tregua" affinche' venga vaccinato "l'insieme della popolazione mondiale". "Omicron potrebbe rappresentare una minaccia per la ripresa"; gli ha fatto eco la capoeconomista dell'Ocse, Laurence Boone.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie