Economia

Evergrande, ogni sforzo per la ripresa di lavoro e produzione

Priorità agli investitori retail sul riscatto dei prodotti di investimento

Per Evergrande sarà una "priorità assoluta" aiutare gli investitori retail a riscattare i prodotti di investimento venduti dallo sviluppatore immobiliare oberato da 305 miliardi di dollari di debiti. In una nota, il presidente e fondatore Hui Ka Yan ha assicurato che "l'azienda farà del suo meglio per riprendere lavoro e produzione", esortando "i dirigenti a garantire consegne di qualità". Ieri la società ha detto di aver "risolto" il pagamento di una cedola da 35,9 milioni di dollari su un bond domestico in scadenza oggi. Evergrande deve, sempre oggi, interessi per 83,5 milioni di un altro bond in dollari. 

Chinese Estates Holdings, secondo socio e investitore di lunga data di Evergrande, ha venduto 108,9 milioni di azioni (lo 0,82%) del gruppo immobiliare in crisi per totali 32 milioni di dollari nel periodo dal 30 agosto al 21 settembre. In un file alla Borsa di Hong Kong, Chinese Estates ha aggiunto che potrebbe cedere le restanti 751,1 milioni di azioni in portafoglio, pari al 5,6% del capitale. Dal totale disimpegno, la società potrebbe subire una perdita di 1,2 miliardi di dollari. Dopo l'impennata intraday del 32%, Evergrande sale a un'ora dalla fine degli scambi del 17,72%, accusando una perdita da inizio anno di oltre l'80%. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie