Economia

Borsa: Milano debole con Banco Bpm e Tim, bene Unicredit

Quasi tutto il listino principale in rosso, Ftse Mib -0,64%

(ANSA) - MILANO, 03 SET - Piazza Affari chiude in calo l'ultima seduta della settimana in linea con gli altri listini europei e con Wall Street. I mercati si interrogano dopo i dati sul lavoro Usa, inferiori alle stime, che potrebbero a questo punto influenzare l'orientamento atteso della Fed nel ridurre gli acquisti di titoli post pandemia mentre la variante Delta continua a farsi sentire sull'economia. Nel Vecchio Continente il primo appuntamento è comunque con la Bce.
    L'indice Ftse Mib ha perso lo 0,64% a 26.064 punti, mantendo comunque soglia 26.000 con il paniere principale tutto in rosso eccetto tre titoli: Unicredit (+0,65%) impegnato nella partita su Mps (-0,13%), Diasorin (+0,45%), che coi suoi test beneficia del covid, e Stellantis (+0,04%).
    Guida invece i ribassi Banco Bpm (-1,95%), seguita da Tim (-1,62%) e dai 'petroliferi' Tenaris e Saipem, rispettivamente scesi dell'1,6 e dell'1,57%. Nexi, a parte uno sbandamento iniziale, non risente dell'apertura dell'istruttoria Antitrust sulla fusione con Sia. Su un altro fronte l'arrotondamento della quota di Caltagirone non impressiona Generali (-0,29%). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie