Economia

Borsa: Milano piatta con Europa, bene Saipem e Saras

Petrolio tenta di tenere i massimi delle ultime 4 settimane

(ANSA) - MILANO, 30 AGO - Pochi movimenti sui mercati azionari del Vecchio continente dopo che il presidente della Fed Powell al vertice di Jackson Hole ha sostanzialmente ribadito i messaggi dei verbali del Fomc di luglio, mantenendo toni accomodanti nei confronti dell'inizio della riduzione degli interventi di sostengo all'economia: con Londra chiusa per festività, Amsterdam ha virato la boa di metà giornata in rialzo dello 0,2%, Parigi e Francoforte in aumento dello 0,1%, con Milano che ondeggia sulla parità (Ftse Mib +0,05%) e Madrid in calo dello 0,2%.
    In Piazza Affari, che guarda anche allo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni stabile sui 106 punti base, il titolo a elevata capitalizzazione migliore è Saipem, che sale oltre due punti percentuali e poco sopra un prezzo di due euro anche grazie al petrolio che prova a tenere i massimi delle ultime quattro settimane. Nel settore energia, balzo nel paniere 'minore' per Saras, che cresce più del 6% a 0,71 euro tra scambi elevati.
    A Milano sostanzialmente stabili le banche, con qualche vendita tra le principali su Unicredit e Bper che scendono dello 0,9% dopo i recenti rialzi. Tra le 'piccole', Mps cresce di oltre un punto percentuale a 1,13 euro mentre Carige perde l'1,2% a 1,05 euro sui minimi dal rientro in Borsa. Poco mossi i titoli del calcio, in genere molto volatili, dopo la seconda giornata di campionato e in attesa che domani si concluda il mercato: la Juventus scende dell'1%, la Roma si muove attorno alla parità e la Lazio cresce di poco più di un punto percentuale. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie