Economia

Powell, appropriato ridurre acquisti di asset quest'anno

Non segnala aumento tassi. L'inflazione tornerà al 2%

"E' appropriato avviare il processo di riduzione degli acquisti di asset quest'anno". Lo ha affermato il presidente della Fed, Jerome Powell, a Jackson Hole aggiungendo che tuttavia "non è un segnale diretto di un vicino aumento dei tassi di interesse". A proposito della pandemia, Powell ha rilevato che "resta una minaccia alla crescita e la variante Delta crea rischi di breve termine".

Il presidente della Federal reserve ha spiegato che l'economia americana ha compiuto "chiari progressi" ma restano "debolezze" nel mercato del lavoro: in questo contesto una mossa inopportuna e intempestiva della politica monetaria potrebbe rallentare l'attività economica". Powell ha poi ribadito come il balzo dei prezzi è temporaneo e che l'inflazione tornerà al target del 2%.

"Abbiamo detto che avremmo continuato gli acquisti di asset all'attuale velocità fino a ulteriori sostanziali progressi verso gli obiettivi della massima occupazione e della stabilità dei prezzi. Ritengo che tali progressi siano stati raggiunti per l'inflazione. Ci sono inoltre chiari progressi verso la massima occupazione. Se l'economia evolve come previsto, sarà appropriato iniziare a ridurre la velocità degli acquisti di asset quest'anno", afferma Powell. Al momento la Fed acquista 120 miliardi di dollari di asset al mese. "La tempistica e la velocità della riduzione degli acquisti di asset non è da intendere come un diretto segnale sulla tempistica di un aumento dei tassi di interesse"

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie