Economia

Borsa: Asia giù per il quarto giorno, timori per il virus

Soprattutto in Giappone e Filippine. Forte volatilità in Cina

(ANSA) - MILANO, 28 LUG - In calo per la quarta seduta consecutiva le Borse asiatiche. Ci sono timori legati ai contagi da Covid 19 in Giappone e nelle Filippine, dove viene ventilata l'ipotesi di chiudere ristoranti e centri commerciali per bloccare la diffusione delle infezioni, con dirette conseguenze sui titoli di settore, e continuano a pesare le incertezze degli investitori di una stretta della Cina sulle società che negli ultimi anni hanno registrato la crescita maggiore, creando una forte volatilità, anche a Hong Kong. A patire sono soprattutto i tecnologici.
    Battuta d'arresto quindi in Giappone per il virus per il Nikkei (-1,4%), a contrattazioni ancora in corso, e ha chiuso in perdita il Topix (-0,9%), dopo tre giorni di rialzi, così come sono in sofferenza le Filippine (-0,7%). In rosso in Cina, a mercati ancora aperti, Shanghai (-0,3%) e Shenzen (-0,5%) e lo stesso Taiwan (-0,8%), in Corea male il Kosdaq (-1%) e piatto il Kospi (-0,03%). Eccezione in positivo Hong Kong (+0,7%), mentre continuano le contrattazioni.
    I future su Wall Street e sull'Europa sono negativi, tranne che per Francoforte, in una giornata in cui l'attesa è tutta per la riunione della Fed in materia di politica monetaria, con in programma a conclusione la conferenza del presidente, Jerome Powell. Prosegue intanto la diffusione dei conti trimestrali e in calendario, tra le altre, ci sono quelli di Facebook, McDonald's e Pfizer insieme alle italiane Hera e Prysmian.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie