Economia

Borsa: Milano ottimista (+2,3%) con le banche, vola Unipol

Bene i petroliferi col greggio in rally. Bene Stm e Stellantis

Seduta di metà settimana ottimista per Piazza Affari (+2,3%), uno dei guadagni più elevati tra le principali Borse europee, tutte chiuse in positivo, alla vigilia della riunione di politica monetaria della Bce. A spingere verso l'alto il Ftse Mib sono stati soprattutto Unipol (+4%) tra le assicurazioni, con guadagni anche per Generali (+2,1%), poi il comparto dei semiconduttori, con Stm (+3,9%), nell'industria Leonardo (+3,7%), per i componenti Pirelli (+3,5%) e tra le auto Stellantis (+3,4%), il giorno dopo avere annunciato 800 esodi incentivati nel torinese e mentre il ceo, Carlos Tavares, parla di carenze di semiconduttori per i chip che andranno avanti fino al 2022, oltre ad aumentare i costi di produzione. Bene Mediobanca (+3,2%), all'indomani della notizia dell'aumento della quota di Caltagirone. In forma le banche, da Unicredit (+3%) a Banco Bpm e Intesa (+2,6% entrambe). Sugli scudi Mps (+3,8%), con le ipotesi di un'accelerazione nel processo di privatizzazione. Chiuso in calo a 108,2 punti lo spread Btp-Bund, col rendimento del decennale italiano sceso allo 0,68%. In ordine sparso i petroliferi, con i maggiori guadagni per Eni (+2,6%), seguita dall'impiantistica di Tenaris (+1,9%) e da una meno convinta Saipem (+0,8%), col greggio che vola a sera (wti +4,7%) a 70,3 dollari al barile.
    Non del tutto in forma le utility, da Italgas e Snam (+0,4%) a Terna (+0,6%). Guadagni non eccessivi per Prysmian (+0,7%), che ha avviato un'azione legale per violazione di brevetto nel Regno Unito. Nessuna corsa per Ferragamo (+0,7%), il giorno dopo i conti, e nel lusso è sulla stessa lunghezza d'onda Moncler (+1%), con la semestrale la prossima settimana. Guadagni decisi per Poste (+3,1%) e Eni (+2,6%).
    Tra i titoli a minore capitalizzazione patisce parecchio Bialetti (-4,5%), il giorno successivo a un nuovo piano per fare fronte ai debiti, causa crisi Covid, mentre volano Aquafil (+9%) e Eprice (+8%). Molto bene Safilo (+5,2%) e Mediaset (+4,9%).
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie