Economia

EasyJet: ricavi trimestre salgono a 219,9 milioni di sterline

Perdita prima delle imposte 318 milioni, indebitamento stabile

(ANSA) - MILANO, 20 LUG - EasyJet ha chiuso il terzo trimestre dell'anno con ricavi per 212,9 milioni di sterline (246,85 milioni di euro), contro i 7,2 milioni di sterline (8,35 mln euro) del 2020. I ricavi da vendite di biglietti hanno raggiunto quota 151,9 milioni di sterline, contro i 3,6 milioni del 2020 e i ricavi cosiddetti 'accessori' i 61 milioni di sterline contro i 3,6 milioni del 2020. I costi fissi medi si sono limitati a 34 milioni di sterline alla settimana (39,42 milioni di euro) contro i 40 previsti nel primo trimestre. Una "disciplina dei costi", spiegano a Luton (Gran Bretagna) che ha consentito al Gruppo di mantenere il proprio indebitamento stabile a circa 2 miliardi di sterline (2,32 mld euro), con una perdita prima delle tasse di 318 milioni di sterline (318,71 mln euro), in linea con le attese.
    Nel corso del trimestre dell'anno il Gruppo ha trasportato 3 milioni di passeggeri, un dato in linea, spiegano a Luton, con l'aumento della capacità di trasporto a 4,5 milioni di posti, che rappresenta il 17% della capacità del terzo trimestre del 2019. L'intera flotta di EasyJet, a seguito della pandemia da Covid 19, era rimasta a terra per quasi 2 settimane del 3/o trimestre del 2020, limitando la propria capacità a 117mila posti. Per il 4/o trimestre dell'esercizio la capacità di trasporto del di EasyJet è prevista in crescita fino al 60% dei livelli del 2019, prima della pandemia.
    "Nel costo del trimestre - ha commentato l'amministratore delegato di EasyJet Johan Lundgren - abbiamo gestito con successo le sfide della pandemia, sfruttando la nostra capacità di reazione per catturare la domanda e focalizzandoci sul controllo dei costi operativi per ridurre al minimo il consumo di cassa". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie