Economia

Borsa: bene Milano (+0,9%) con i farmaceutici e qualche banca

Petroliferi deboli. Sprint di Mondadori, sale Amplifon

(ANSA) - MILANO, 12 LUG - Prima seduta di settimana positiva per Piazza Affari (+0,9%), in testa alle altre principali Borse europee, alla vigilia dell'Ecofin. A Milano, con lo spread Btp Bund chiuso in calo a 103,3 punti, hanno stentato alcune banche, come Unicredit (-0,3%) e Banco Bm (-0,1%), mentre hanno guadagnato altre, come Bper (+0,4%), Fineco (+0,6%), Mps (+0,8%) e Intesa (+0,9%). Tra le banche d'affari guadagni per Banca Generali (+1,8%) e Mediobanca (+1,6%). Le incertezze legate alle varianti del Covid 19 e quelle sulle mosse dell'Opec plus, secondo alcuni analisti indeboliscono il greggio, (wti -0,5% a sera) a 74,1 dollari al barile e patiscono Saipem (-0,5%) e nell'impiantistica Tenaris (-0,3%), mentre tiene Eni (+0,1%).
    A sostenere il Ftse Mib sono stati i farmaceutici, in particolare Recordati (+4,7%), col cambio di governance, e Diasorin (+0,8%), che ha ottenuto tutte le approvazioni necessarie a completare l'acquisto di Luminex. Molto bene Amplifon (+2,7%), con l'accordo per acquisire Bay Audio in Australia. In forma le utility, come nel resto d'Europa, in particolare Hera (+2,3%). Nel comparto energia spicca Enel (+1,7%). Bene Azimut (+1,6%) e nel lusso Moncler (+1,6%). Tra i titoli a minore capitalizzazione Sprint di Mondadori (+6,5%), sottoscritto l'acquisto di De Agostini Scuola. In fondo al listino dei titoli principali Pirelli (-0,8%), male nell'industria Leonardo (-0,2%), piatta Buzzi (+0,09%), tra le auto nessun movimento per Stellantis. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie