Economia

Borsa: Milano piatta (-0,01%) con le banche in rosso, bene Stm

Perdite per i petroliferi. Corsa di Safilo, Piaggio e Mediaset

(ANSA) - MILANO, 02 LUG - Seduta del fine settimana piatta per Piazza Affari (-0,01%), in linea con la maggioranza delle altre principali Borse europee, mentre l'andamento di Wall Street era di un cauto ottimismo, diffusi una serie di dati macroeconomici. Il clima internazionale è di una ripresa delle attività, nel dopo lockdown da Covid 19, pur con l'attenzione alta sulle varianti del virus. Qualche segnale di tensione dal bene rifugio, l'oro, in rialzo a sera (+0,5%) a 1.787 dollari l'oncia.
    Le banche hanno pesato su tutti i listini del Vecchio continente e a Milano, con lo spread Btp-Bund stabile, che ha terminato la giornata a 100,7 punti, e il rendimento del decennale italiano in calo allo 0,77%, hanno patito soprattutto Unicredit (-1,8%) e Banco Bpm (-1,5%). Male anche Intesa (-0,8%) e Bper (-0,7%), piatta Fineco (-0,03%). Nella finanza in ribasso pure le assicurazioni, da Unipol (-1,2%) a Generali (-0,3%). Tra gli altri titoli in rosso Buzzi (-1,4%) e Poste (-0,8%).
    Sofferenti i petroliferi, da Eni (-0,5%) a Saipem (-0,1%) e piatta nell'impiantistica Tenaris (-0,06%), col greggio in calo a sera (wti -0,3%) a 74,9 dollari al barile, dopo che l'Opec plus che alla vigilia ha rinviato eventuali aumenti della produzione.
    A tenere a galla il listino dei titoli a più elevata capitalizzazione sono stati i semiconduttori, con Stm (+2,2%), la paytech Nexi (+1,4%), tra le auto Ferrari (+1,3%), mentre è rimasta ferma Stellantis (-0,02%). Bene Atlantia (+1,1%), con dati in aumento per le autostrade di Italia e Spagna, non in Francia. Guadagni per Tim. In forma le utility, a partire da Hera (+0,9%). Tra i titoli a minore capitalizzazione bene Piaggio (+4,2%), Mediaset (+2,9%), con stime in rialzo per la pubblicità e l'ottimismo della vigilia dell'ad sui conti del 2021, insieme a mire di espansione in Europa, infine Safilo (+6%), alle prese con l'aumento di capitale. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie