Economia

Borsa: Milano piatta a metà giornata, spinge Atlantia

Grandi listini europei più solidi, debole Madrid. Scivola Mps

(ANSA) - MILANO, 15 GIU - Piazza Affari supera la boa di metà seduta sempre ondeggiando attorno alla parità (Ftse Mib -0,1%), con le Borse europee più solide a parte Madrid, che scende di mezzo punto percentuale soprattutto in scia ai titoli di Arcelormittal (-2,7%) e Banco Sabadell (-1,4%). Il listino di Francoforte sale invece dello 0,5%, Parigi dello 0,4%, Londra e Amsterdam dello 0,2%.
    Gli operatori appaiono soprattutto in attesa della due giorni del Federal Open Market Committee (Fomc) della Federal reserve statunitense dalla quale dovrebbero venire importanti segnali sulla politica monetaria Usa, a partire da possibili indicazioni per affrontare l'inflazione. A Milano sempre molto forte Atlantia (+4,6% a 16,4 euro dopo un massimo di seduta a quota 16,6) dopo l'annuncio della nuova politica dei dividendi grazie alla vendita di Autostrade per l'Italia, con Moncler lontana dalla scia che sale di poco più di un punto percentuale.
    Deboli invece Buzzi, Leonardo, Unipol, Bper, Exor e Banco Bpm in calo di oltre un punto percentuale, mentre Mps amplia le perdite (-2,2% a 1,19 euro) dopo le richieste della Bce sui tempi dell'aumento di capitale e il calo dei titoli subordinati.
    Sempre sotto le vendite Tenaris, in ribasso di tre punti percentuali.
    Tra le materie prime, scivolone del rame che cede oltre il 3% sui mercati internazionali a 4,36 dollari la libbra, comunque sempre sui massimi da oltre un anno. Stabile invece l'oro sui 1.850 dollari l'oncia, così come il petrolio tiene per ora agevolmente quota 71 dollari al barile. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie