Economia

Borsa: Milano in debole positivo (+0,1%), soffre Ferrari

Bene i petroliferi, in ordine sparso le banche, male le auto

(ANSA) - MILANO, 14 GIU - Seduta d'inizio settimana poco convinta a Piazza Affari (+0,1%), come per la maggioranza delle altre principali Borse europee, con Wall Street incerta alla vigilia dei due giorni del Fomc, l'organismo della Fed che si occupa di mercati e politica monetaria. Guardingo l'oro (+0,5%) a 1.863 dollari l'oncia nel tardo pomeriggio.
    A Milano hanno pesato sul Ftse Mib soprattutto le auto, in particolare Ferrari (-3,3%), il giorno dopo il debutto del marchio nell'alta moda. In rosso anche Stellantis (-1%), in linea con il comparto in Europa, e in scia ha perso Exor (-1,1%). Non molto meglio Cnh (-0,8%). In calo Azimut (-1,1%) e non sono andati bene Buzzi (-0,8%) e Pirelli (-0,8%). Col greggio in rialzo (wti +0,6% verso sera) a 71,3 dollari al barile, hanno guadagnato i petroliferi, dall'impiantistica di Tenaris (+1,4%) a Saipem (+1,4%9 e Eni (+1,3%). In ordine sparso le banche, con lo spread che ha chiuso a 103 punti, in lieve rialzo rispetto a venerdì scorso, in una giornata in cui la Commissione Ue ha approvato la proroga dello schema italiano di garanzie statali per facilitare la cartolarizzazione dei crediti deteriorati (Gacs). Guadagni per Intesa (+1%) e Bper (+0,4%), perdite per Unicredit e Fineco (-0,3% entrambe), Banco Bpm (-0,7%) e Mps (-1,4%9. Bene le utility, in particolare Terna (+1,3%9 e Hera (+1%). In cima al listino dei titoli a più elevata capitalizzazione Amplifon (+3,2%).
    Tra i titoli a minore capitalizzazione sono volati gli yacht di lusso di The Italian Sea group (+7,7%), a meno di una settimana dall'ingresso sul Mta, male invece l'As Roma (-2,9%).
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie