Economia

Borsa: l'Europa stenta con WS aperta in rialzo, giù le banche

Deboli i metalli, sale il greggio. Guadagni per i semiconduttori

(ANSA) - MILANO, 24 MAG - Stentano a decollare le principali Borse europee dopo l'apertura positiva di Wall Street, mentre si guarda al Consiglio dell'Ue del pomeriggio e gli Usa attendono l'indice della Fed di Chicago. Sullo sfondo resta la lotta alla pandemia da Covid 19, con la corsa ai vaccini, che l'Oms sottolinea però essere monopolio di un piccolo gruppo di Paesi.
    I mercato osservano intanto l'arretramento dei metalli tra le materie prime, dopo le azioni della Cina per calmierarne i prezzi, con l'acciaio che nel primo pomeriggio riprende però quota (+1%) a 5.000 dollari la tonnellata. Esenti dal calo oro (+0,1%) a 1.884 dollari l'oncia e l'argento (+0,6%) a 27,8 dollari l'oncia. In Europa le Piazze migliori sono piatte, se si guardano Londra (+0,04%) e Parigi (+0,01%), mentre perdono Madrid (-0,2%) e Milano (-0,6%), con lo spread sostanzialmente stabile, a 116,6 punti.
    L'indice d'area del Vecchio continente, Stoxx 600, cede qualcosa (-0,09%), sotto il peso soprattutto dell'energia. Venno in ordine sparso i petroliferi, nonostante il rincaro del greggio (+1,5%) a 64,5 dollari al barile. Se infatti guadagnano alcuni, come Galp (+0,5%) e Repsol (+0,4%), cedono molto altri come Eni (-1,8%) nel giorno del dividendo e Neste Oyj (-0,8%), così come nell'impiantistica Tenaris (-1,4%). Male le utility, con picchi come quelli di Engie (-4,4%) e A2a (-3%), che stacca il dividendo. Banche praticamente tutte in rosso, iniziando da Credit Agricole (-3,8%) e Bnp Paribas (-2,2%). Tra le auto bene Renault (+1,5%). Ottimisti i semiconduttori, a iniziare da Asml (+1,7%) e Be Semiconductor (+1,5%). (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie