Economia

Borsa: Europa pesante, Milano -0,9% con Cnh, Buzzi e Mps

Pesano timori inflazione, peggiorano future Usa.Brilla il Banco

(ANSA) - MILANO, 19 MAG - I timori d'inflazione si riprendono la scena sui mercati e dopo aver affondato le Borse asiatiche, zavorrano anche i listini del Vecchio Continente con Francoforte che cede l'1,3%, Londra l'1,1%, Parigi l'1% e Milano lo 0,9%. Si appesantiscono anche i future su Wall Street, con il Nasdaq in ribasso dell'1,2% e l'S&P 500 dello 0,8%.
    Nel Vecchio Continente, dove la Bce ha messo in guardia contro i rischi di brusche correzioni sui mercati, soffrono i titoli delle materie prime, i semiconduttori e quelli del leisure, come alberghi e tour operator. In rialzo generalizzato i rendimenti dei titoli di Stato, a partire dal Treasury americano (+2 punti base). Il btp decennale si mantiene all'1,118% con uno spread sul bund tedesco fermo a 121 punti base. "Il dibattito sul fatto che il rimbalzo dell'inflazione sia transitorio o duraturo potrebbe non finire presto e tenere i mercati nervosi durante l'estate" afferma lo strategist di Barclays, Emmanuel Cau.
    A Piazza Affari soffrono gli industriali e le auto con Cnh (-2,5%), Buzzi Unicem (-2,5%), Pirelli (-2,1%), Stm (-1,7%), Stellantis (-1,6%) e Ferrari (-1,5%). Debole Tim (-1,2%) in attesa dei conti, male i petroliferi Eni (-1,2%) e Saipem (-1,3%) in scia al petrolio. Contengono i ribassi i bancari con Unicredit (-0,2%) e Intesa (-0,4%) mentre Banco Bpm continua a muoversi controcorrente (+1,3%), in attesa che il governo definisca gli incentivi alle fusioni nel decreto Sostegni bis.
    Fiacca Mediobanca (-0,5%) all'indomani dell'aumento della quota di Leonardo Del Vecchio. Si salvano dalle vendite anche Amplifon (+0,6%), Poste (+0,3%), Italgas (+0,3%) e A2A (+0,1%). Fuori dal Ftse Mib tonfo di Technogym (-7,8%) e scivolone di Mps (-3,5%).
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie