Borsa: Milano tiene (+0,1%) con le banche, rally di Unicredit

Petroliferi in ordine sparso, giù farmaceutici. Scivolata di Tim

(ANSA) - MILANO, 06 MAG - Le banche hanno sostenuto Piazza Affari (+0,1%) nella penultima seduta di settimana, con Unicredit (+5%) in cima al listino principale nel giorno dei conti, seguita da Bper (+1,9%), Banco Bpm (+1,3%), che li ha diffusi a mercati chiusi, e Intesa (+0,7%) che li aveva resi noti alla vigilia. In controtendenza Mps (-1,2%) con la trimestrale e la Consob che l'ha collocata nella lista nera. In salita lo spread Btp-Bund, a 114,1 punti e il rendimento del decennale italiano, allo 0,91%. La pandemia, con la corsa ai vaccini e l'influenza di trimestrali come quella di Moderna a Wall Street, hanno tagliato un po' le gambe anche alle principali Borse europee, con l'oro in allerta (+1,3%) a 1.815 dollari l'oncia a sera e gli altri metalli in corsa, in particolare il ferro (+4,3%), a livelli record.
    Scivolone per Tim (-5,5%), dopo notizie di stampa a proposito della rete unica nel Pnrr, seguite da un annuncio del gruppo di un esposto in proposito alla Consob, definendole "inappropriate e prive di riscontri oggettivi". In netto rialzo ancora Cnh (+4,4%), il giorno dopo i conti, e in positivo Stellantis (+0,3%) tra le auto, non Ferrari (-2,8%). Bene nell'industria Leonardo (+1%), che ha diffuso la trimestrale a Borsa chiusa, non Interpump (-2%) e tra i semiconduttori Stm (-2,2%). Tra i petroliferi, col greggio in discesa (wti -1,5%) a 64,6 dollari al barile, bene Tenaris (+1,8%), ha tenuto Eni (+0,1%), mentre ha perso Saipem (-1,1%). Hanno patito i farmaceutici, da Diasorin (-1,9%) a Recordati (-3%), con la trimestrale. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie