• Recovery, il testo del Pnrr pubblicato dal governo. Tra le riforme anche la riduzione del tax gap

Recovery, il testo del Pnrr pubblicato dal governo. Tra le riforme anche la riduzione del tax gap

Il governo pubblica il piano trasmesso a Bruxelles. C'è il monitoraggio per taglio tempi pagamenti debiti Pa. Giorgetti: 'Decreto sostegni la prossima settimana in Cdm'

"Il governo sta lavorando al decreto sostegni e riteniamo che la settimana prossima possa essere portato in consiglio dei ministri". Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti durante il question time alla Camera. Giorgetti ha anche annunciato indennizzi ad hoc per tutte le attività che sono state "chiuse per decreto, in particolare pubblico esercizio". E' stato pubblicato intanto sul sito di palazzo Chigi il testo del Pnrr trasmesso dal governo italiano alla Commissione europea. Ecco alcune delle novità:t

Per "migliorare ulteriormente" e "realizzare pienamente gli obiettivi di riduzione dei tempi di pagamento" della Pubblica amministrazione "si procederà ad implementare l'attività di monitoraggio già in corso" attraverso appositi indicatori desunti dalla base dati del sistema informativo della Piattaforma per i crediti commerciali (PCC)" gestito dal Mef. E' una delle novità del Recovery Plan trasmesso a Bruxelles. Il governo si impegna a implementare il set di indicatori "entro il quarto trimestre 2021" e "contestualmente" a "rafforzare l'attività di sensibilizzazione" della P.a. per "accelerare le procedure di pagamento".

La riduzione del tax gap entra tra le "riforme abilitanti" del Pnrr. "L'evasione fiscale - si legge nella versione inviata alla Ue - aggrava il prelievo sui contribuenti onesti, sottrae risorse al bilancio e introduce distorsioni" nell'economia. Per ridurlo si punta all'ulteriore incentivazione della compliance, con l'introduzione dal 2023 della precompilata Iva, e al potenziamento dei controllo sui contribuenti a maggiore rischio di evasione, con strumenti avanzati di data analysis e con l'interoperabilità delle banche dati. Completa il quadro il federalismo fiscale, a cui si punta a dare attuazione entro l'inizio del 2026.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie