Economia

Confsal: per la ripresa puntare su giovani e Sud

Nel lavoro pubblico rilancio con riforma Pa e rinnovo contratti

"Sanare il divario che esiste tra l'Italia e l'Europa, in termini di occupazione e monte salari; avviare una stagione di riforme organiche a partire dalla riforma del lavoro e la creazione di un sistema nazionale di attivazione al lavoro che prenda in carico precari, cassaintegrati e disoccupati, in particolare i giovani, affinché nessuno rimanga indietro, nell'ottica di un'alleanza generazionale. E rilanciare il Mezzogiorno con un nuovo intervento straordinario che colmi il profondo divario tra Nord e Sud del Paese. Solo così sarà possibile la ripresa e la rinascita del Paese e della sua economia". Sono queste alcune delle proposte - spiega una nota - avanzate dal segretario nazionale della Confsal Angelo Raffaele Margiotta per la Festa dei lavoratori. Il sindacato rilancia una "forte preoccupazione per l'emergenza economica e sanitaria ancora in corso" ma anche "la speranza che si possa guardare con ottimismo: un futuro di ripresa e rinascita del Paese".

    L'appello è anche ad "un impegno corale perché sia valorizzato il lavoro pubblico con la riforma dell'amministrazione e il rinnovo dei contratti. Sia dato sostegno ai settori economici più deboli. Siano detassati i salari bassi e venga ridotto il costo del lavoro"; "Lavoratori e imprenditori, ognuno nel proprio ruolo, siano accomunati dalla necessità di difendere il lavoro e le risorse prodotte dal lavoro". 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie