Borsa: Milano calma con Europa, corre Moncler

Creval si porta sui prezzi dell'Opa, scivolone per la Juventus

(ANSA) - MILANO, 21 APR - Pochi spunti sui mercati azionari del Vecchio continente che sembrano aspettare la riunione della Bce dell'indomani e anche la Borsa di Milano si è adeguata: l'indice Ftse Mib è salito dello 0,30% a 24.161 punti mentre l'Ftse All Share ha concluso con un rialzo dello 0,29% a quota 26.420.
    Di qualche frazione di punto ha fatto meglio Londra che ha chiuso in aumento dello 0,52%, con Parigi in crescita dello 0,74% e Francoforte dello 0,45%. Giornata senza scosse anche per lo spread tra Btp e Bund tedesco decennale: sui mercati telematici il differenziale ha chiuso a 101,5 punti base, con il rendimento del prodotto del Tesoro allo 0,75%.
    In questo contesto in Piazza Affari il titolo migliore tra quelli a elevata capitalizzazione è stato di gran lunga Moncler, salito del 4,2% finale a 52,3 euro anche in scia ai conti del gruppo del lusso Kering. Acquisti anche su Recordati (+2,5% finale), Ferrari e Inwit, saliti entrambi del 2,4%, con Tim in aumento dell'1,4%.
    Piatta Atlantia (+0,1%), qualche vendita nel settore finanziario con Mediobanca che ha perso un punto percentuale, Intesa l'1,1%, Banco Bpm e Mediolanum (-1,2%). Più pesante Bper (-2,2% finale a 1,8 euro) dopo l'assemblea nella quale la lista più votata per il Cda è stata quella dei fondi di Assogestioni.
    Nel paniere dei titoli più 'sottili', il Credito Valtellinese è salito del 4% a 12,4 euro avvicinandosi al nuovo prezzo dell'Opa mentre è scivolata la Juventus dopo il rapido ritiro del progetto Super League. Il titolo della società bianconera, che alla vigilia aveva corso ampiamente, ha chiuso in calo del 13,7% a 0,75 euro, sugli stessi livelli precedenti al lancio dell'alleanza tra i principali club del calcio europeo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie