Bankitalia: debito ancora record, a febbraio 2.643 miliardi

Aumento dovuto a incremento disponibilità liquide del Tesoro

Nel mese di febbraio il debito pubblico italiano è salito ancora, toccando l'ennesimo record. L'aumento segnalato da Bankitalia è di 36,9 miliardi rispetto al mese precedente, tale da portare il debito complessivo delle amministrazioni pubbliche a 2.643,8 miliardi. L'aumento è dovuto principalmente all'incremento delle disponibilità liquide del Tesoro (27,8 miliardi, a 102,9). Vi ha inoltre contribuito il fabbisogno (9,2 miliardi), mentre l'effetto di scarti e premi all'emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione dei tassi di cambio ha ridotto il debito per 0,2 miliardi.

-A febbraio le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 29,2 miliardi, in calo del 7,6 per cento (2,4 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2020. Lo rende noto Banca d'Italia nella pubblicazione sulla Finanza pubblica. Nel primo bimestre dell'anno, viene specificato, le entrate tributarie sono state pari a 65,8 miliardi, in calo del 2,5 per cento (1,7 miliardi) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie