Porti: Ocean Alliance, Trieste gateway per Europa e Far East

Consorzio conferma accordi con Trieste Marine Terminal

(ANSA) - TRIESTE, 08 MAR - Trieste Marine Terminal, parte di T.O. Delta Group, protagonista nella logistica e trasporti intermodali in Italia, ha rinnovato gli accordi commerciali con il consorzio Ocean Alliance (CMA CGM, COSCO/OOCL ed EVERGREEN LINE), che 'scala' il terminal container del Porto di Trieste con servizio settimanale diretto dall'Asia.
    Il servizio Ocean Alliance attualmente è attivo su Trieste con navi da 7.000 teu di capacità, e ci si aspetta che possa incrementare ulteriormente la capacità di stiva e il suo potenziale sul terminal.
    I volumi che l'Ocean Alliance ha destinato al Trieste Marine Terminal sono aumentati del 27,5% dal 2017, anno dal quale è operativo il consorzio, ad oggi e l'aumento arriva a circa l'85% per la parte ferroviaria.
    Per Antonio Maneschi, Presidente di T.O. Delta Group, "con il consorzio Ocean Alliance abbiamo confermato il comune impegno allo sviluppo dei traffici Italiani e Centro Europei via Trieste. Accanto al consorzio 2M (composto da MSC e Maersk)", Marco Donati, Direttore Generale di Cosco Italia è convinto che "grazie alle caratteristiche del porto e di Trieste Marine Terminal possiamo pensare di crescere, anche a breve con navi di maggiori dimensioni rispetto a quelle attuali, e sfruttare gli ottimi collegamenti intermodali disponibili". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie