Atlantia: offerta Cdp per Aspi inferiore ad attese

Non è coerente con termini contrattuali proposti

Il cda di Atlantia "all'esito di una prima disamina" dell'offerta di Cdp-Blackstone-Macquarie di 8 miliardi per l'88% di Autostrade per l'Italia "ha reputato l'offerta inferiore alle attese, fondate su concrete e coincidenti valutazioni di advisor indipendenti, e non coerente, nei termini sia economici che contrattuali proposti, con l'interesse di Atlantia e di tutti gli stakeholders". Lo rende noto il gruppo.
    In particolare, Spinecap, azionista di minoranza di Atlantia, non riterrebbe sufficiente l'offerta di Cdp-Blackstone-Macquarie di 8 miliardi, invitando il board della holding a respingere la proposta. Complessivamente Aspi sarebbe valutata 9,1 miliardi di euro, ma per Spinecap la valutazione totale di Aspi non può essere inferiore a 12,5 miliardi di euro.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie