Ue,Pil Italia +3,4% nel 2021, +3,5% nel 2022, Eurozona +3,8%

'Non torna a pre-pandemia nel 2022. Con Recovery può cambiare'

(ANSA) - BRUXELLES, 11 FEB - Il Pil italiano, crollato meno del previsto a -8,8% nel 2020, crescerà del 3,4% nel 2021 "a causa del riporto negativo del quarto trimestre 2020 e la partenza debole di quest'anno". Lo scrive la Commissione Ue nelle previsioni economiche d'inverno che tagliano il rimbalzo stimato in autunno visti i dati migliori del 2020. "Passo simile nel 2022 (3,5%) sulla base dello slancio guadagnato nella seconda metà dell'anno e della continua ripresa del settore servizi", ma il Pil "non tornerà ai livelli del 2019 entro il 2022". Le stime, però, non includono le misure del Next Generation EU che avrà un "considerevole" effetto di rialzo.
    Nonostante l'Europa resti "nella morsa della pandemia" con la nuova ondata e le varianti che hanno costretto a nuove misure di contenimento, la Commissione Ue vede "luce alla fine del tunnel" grazie all'avvio dei programmi di vaccinazione che "danno motivo per un cauto ottimismo". Bruxelles stima una crescita del +3,8% nel 2021 e 2022, sottolineando che ci si attende di tornare ai livelli pre-pandemia "prima di quanto previsto dalle stime dell' autunno", soprattutto grazie ad uno slancio più forte del previsto nella seconda metà del 2021 e nel 2022. I rischi, anche se "più bilanciati, restano comunque alti". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie