Economia

Borsa: Europa migliora dopo Pmi manifattura, Milano +0,9%

Bene futures, spread a 113 punti, rally argento, euro debole

 Migliorano le borse europee dopo gli indici Pmi sulla fiducia manifatturiera nei vari Paesi e nell'Ue. Francoforte (+1,4%) si conferma la migliore, seguita da Parigi (+1%), mentre Milano e Madrid guadagnano lo 0,9% e Londra lo 0,8%. Bene i futures Usa. In calo a 113,3 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, in vista dell'esito del mandato esplorativo sul nuovo governo affidato al presidente della Camera Roberto Fico. Prosegue la corsa dell'argento (+10% a 29,8 dollari l'oncia), nuovo protagonista sui mercati dopo il caso di Game Stop. Sale il greggio (Wti +0,8% a 56,62 dollari) ma non abbastanza per arrivare ai 53 dollari al barile. In calo l'euro a 1,2 dollari e a 0,88 sterline.
    Sugli scudi gli estrattivo-minerari Fresnillo (+19,5%), Polymetal (+6,5%), Glencore (+3,2%) e Anglo American (+2,5%).
    Riducono il calo i petroliferi Shell (-0,6%), Total ed Eni (-0,2% entrambe), con Bp (+0,06%) girata in positivo. Brillante il produttore di pneumatici Nokian (+3,24%) dopo l'incremento della partecipazione del fondo di Stato finlandese Solidium all'8,1%, mentre procede cauta Pirelli (+0,2% in Piazza Affari).
    Ancora acquisti sui tecnologici Be (+2,54%), Asml (+2,24%), Asm (+1,7%), ed Stm (+1%), specializzati nella produzione di microprocessori. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie