Recovery: Confindustria al Governo, coinvolgere le parti sociali

Serve stima impatto su Pil-occupazione. Seguire linee guida Ue

Confindustria, "prima ancora di entrare nel merito" del piano di ripresa e resilienza al primo incontro con il Governo "ha posto quattro questioni prioritarie" dalla "mancata conformità con le linee guida indicate dalla Ue" alla governance "necessaria per una puntuale ed efficiente realizzazione del Piano, ad oggi non ancora delineata" e che per via dell'Astronomia "dovrebbe prevedere modalità di confronto strutturato e continuativo con le parti sociali e un loro coinvolgimento lungo tutto il processo di esecuzione dei progetti".

"Le note vicende politiche non hanno aiutato ma l'obiettivo del governo è quello di colmare questa lacuna rapidamente", ha assicurato il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, spiegando che è in corso un confronto costante e costruttivo con la Commissione Ue, fondamentale per la buoa riuscita del piano".

Tra le richieste degli industriali al Governo, quella "di procedere ad un affinamento del Piano per comprenderne gli effettivi impatti sul Pil". Per gli industriali serve anche "una stima chiara degli obiettivi sull'aumento dei tassi di occupazione" perchè senza "non è possibile esprimere un parere sull'allocazione complessiva di risorse destinate agli obiettivi di sostenibilità sociale e di crescita della produttività". 

   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie