Borsa: Milano affossata da Covid e greggio (-2%), giù Saipem

Pesa anche Eni, prese di beneficio su Bper, spread frena banche

(ANSA) - MILANO, 21 OTT - Piazza Affari ha chiuso la seduta in forte calo (Ftse Mib -2,03%), in coda alle altre borse europee, dopo il dato sui nuovi contagi, che hanno ampiamente infranto la soglia dei 15mila in Italia. Altro colpo lo ha dato il calo del greggio (Wti -3,3% a 40,3 dollari al barile ) dopo il taglio inferiore alle stime delle scorte settimanali negli Usa. In rialzo invece lo spread, che ha chiuso a quota 137,1 punti. Brillanti gli scambi, come sempre quando si verifica una variazione importante dell'indice, saliti a 1,66 miliardi di euro di controvalore, quasi 200 milioni in più della seduta precedente e 400 rispetto a due giorni fa.
    Maglia nera è stata Bper (-6,39%), oggetto di prese di beneficio dopo il balzo del 9,75% della vigilia a fine aumento di capitale. Sotto pressione Saipem (-5,26%) ed Eni (-3,38%), legate agli sbalzi di prezzo del greggio. Ha sofferto anche Leonardo (-4,77%), tra le società, secondo gli analisti di Oddo, le cui stime sono a rischio. Segno meno per i bancari Unicredit (-3,77%), Fineco (-3,66%), Intesa e Mediolanum (-2,8% entrambe), Banca Generali (-2,68%) e Banco Bpm (-2,15%), a differenza di Mps (+2,08%), nodo di possibili nuove integrazioni tra Istituti.
    Pochi i segni positivi, limitati sul listino principale a Diasorin (+1,99%), Unipol (+1,2%) e Buzzi (+0,92%), quest'ultima per l'effetto Recovery Fund. Giù la galassia Benetton con Autogrill (-3,82%) e Atlantia (-3,24%), segno meno per Cairo (-3,17%), bene invece Ferragamo (+8,73%), che ha smentito indiscrezioni su una possibile cessione di quote da parte della famiglia. Contrastate Juventus (+4,6%) e Roma (-1,38%). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie