Borsa: Europa negativa nel finale, tiene Wall Street, Milano

Petrolio in ulteriore calo dopo scorte Usa, scivolano Bp ed Eni

(ANSA) - MILANO, 21 OTT - si confermano deboli nel finale le principali borse europee, in controtendenza con il cauto rialzo di wall Street (+0,1%) e del Nasdaq (+0,16%). Piazza Affari (Ftse Mib -1,7%) si conferma ultima insieme a Londra (-1,69%).
    Le precedono Madrid (-1,49%), Parigi (-1,27%) e Francoforte (-1,15%). Il calo inferiore alle stime delle scorte di greggio Usa (-1 milione di barili contro -1,02 attesi e i -3,8 milioni della scorsa settimana) ha frenato ulteriormente le quotazioni del greggio (Wti -3,48% a 40,24 dollari), con ripercussioni su Saipem (-4,86%), Eni (-2,76%), Bp (-2,45%) e Shell (-1,5%). Segno meno per i bancari Bper (-5,89%), oggetto di prese di beneficio, Unicredit (-3,42%), Intesa (-2,73%) e Banco Bpm (-2,18%) a differenza di Mps (+2,25%), con lo spread stabilizzato a 136,8 punti. Più caute Hsbc (-1,78%), Bnp (-1,43%) e Santander (-1,3%). In campo farmaceutico scivolano Bayer (-2,12%) e Roche (-2,26%), mentre tra i pochi titoli in rialzo si segnalano Renault (+1,8%), sull'onda del ritorno in Formula 1 con Alpine e Vivendi (+1,89%) all'indomani della trimestrale. Effetto conti su Randstd (+6,31%), sotto pressione l'estrattivo-minerario Centamin (-19,11%), dopo l'ennesimo taglio alla produzione. Rally di Ferragamo (+8%) su ipotesi di dismissione di una quota da parte della famiglia, categoricamente smentite dagli interessati. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie