Borsa: Europa debole, pesa allarme Covid, Milano -0,8%

Futures positivi, dati Istat meglio di stime, occhi su Fed

(ANSA) - MILANO, 25 SET - L'allarme Covid, con il nuovo record raggiunto in Francia nei contagi, pesa sulle principali borse europee, che si muovono con difficoltà, mentre resistono in territorio positivo i futures Usa. In lieve rialzo solo Madrid (+0,02%), deboli invece Londra (-0,15%), Parigi (-0,9%), Milano (-0,8%) e Francoforte (-0,75%).
    Dal Regno Unito è emerso un calo della fiducia dei consumatori. Meglio delle stime la fiducia delle aziende e dei consumatori in Italia, invariati i prestiti alle famiglie nell'Ue, in arrivo a fine mattinata i disoccupati in Francia.
    Dagli Usa sono attesi gli ordini di beni durevoli e il discorso del presidente della Fed di New York John Williams, membro del Fomc.
    Segno meno per i farmaceutici Sanofi (-0,9%), Dasorin (-0,78%), Novartis (-0,6%), bene invece Electrolux (+3,05%) ed Essilusx (+0,8%), dopo la raccomandazione d'acquisto degli analisti di Oddo Bhf, che hanno elevato il prezzo obiettivo a 138 euro a fronte degli attuali 107,25 segnati a Parigi. In campo bancario prosegue la corsa di Bbva (+4,25%), il cui amministratore delegato Onur Genc ha aperto le danze del risiko ieri in Spagna. Bene anche Banco Bpm (+3,47%), Santander (+2,65%) e Lloyds (+2,36%). Rialzi per i petroliferi Shell (+1,94%), Bp (+1,33%), Saipem (+1,28%) ed Eni (+0,73%), con il greggio sopra i 40,4 dollari al barile (Wti +0,3%). Stabile lo spread a 138,3 punti. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie