Borsa: Milano debole (+0,1%), banche in rosso, vola Atlantia

Giù petroliferi, bene le auto con Fca, male Juve

(ANSA) - MILANO, 23 SET - Debole Piazza Affari (+0,18%) a metà settimana, come il resto d'Europa, sotto l'influenza negativa di Wall Street, con l'ombra dei nuovi contagi da coronavirus e le tensioni Usa-Cina. Scende l'oro (a sera -1,4%) a 1.865 dollari l'oncia col rafforzamento del dollaro. A Milano hanno patito le banche, nonostante lo spread in calo a 135. La peggio a Banco Bpm (-3,7%), Unicredit (-3,1%) e Bper (-2,9%), meglio Intesa (-1,8%) e Fineco (-1,3%), nonostante lo spread chiuso in discesa a 135 punti. Su Mps (+1,1%) al centro del risiko. Male i petroliferi, da Saipem (-2,7%) a Eni (-1,8%) e Tenaris (-0,8%), pur col greggio in risalita (wti +0,7%) a 40 dollari al barile. Nell'industria giù Leonardo (-2,7%) e Buzzi (-2,3%).
    In cima al listino principale Snam (+3,1%), vola Atlantia (+3%) in vista del Cda su Aspi, brilla Ovs (+9,3%) dopo i conti, perde la Juve (-3,4%) in giornate in cui il mercato si fa teso.
    Bene Fca (+1,6%) con l'annunciato stop agli ammortizzatori a Torino con l'elettrico, tiene Tim (+0,3%) mentre prosegue sulla rete unica. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie