Assosistema: importate mascherine per 1,1 mld, 90% da Cina

Serve programmazione,valorizzare imprese Italia-Ue con marchi CE

(ANSA) - ROMA, 22 SET - L'Italia ha importato "dispositivi di protezione individuale per le vie respiratorie, comprese le maschere chirurgiche" per un valore complessivo di 1,1 miliardi nel periodo febbraio-maggio 2020. L'incremento con gli stessi mesi del 2019 è ovviamente mostruoso: +3.129% a aprile, +2.540% a maggio, dopo un avvio più lento: il confronto è negativo a febbraio (-3%) poi la prima impennata, +462% a marzo. "Il 90% degli articoli acquistati proviene dalla Cina". Ad indicare i dati, sulla base dei rilievi dell'Istat, è l'associazione delle imprese del settore Assosistema Confindustria che avverte: va ora superata "l'assenza di una programmazione strategica per l'approvvigionamento dei presidi contro il Covid-19" per garantire sicurezza e rispetto dell'ambiente", e dopo la deroga nell'emergenza ai requisiti 'CE' serve ora una "valorizzazione delle aziende italiane ed europee produttrici di dpi marcati CE".
    Registra invece un "trend assimilabile" allo stesso periodo del 2019 l'andamento delle importazioni di dpi per le mani, guanti protettivi e ad uso medicale, che segna "una impennata nel mese di maggio" con un aumento del 39% raggiungendo nel mese un valore di 120 milioni. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie