• Bce lascia i tassi fermi a zero. 'Ancora necessario ampio stimolo monetario'

Bce lascia i tassi fermi a zero. 'Ancora necessario ampio stimolo monetario'

Continuerà gli acquisti di debito col programma per l'emergenza pandemica 'Pepp' "almeno fino a giugno 2021"

La Banca Centrale Europea lascia invariati i tassi d'interesse: il tasso principale rimane fermo a zero, il tasso sui depositi resta a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Lo comunica la Bce dopo la riunione di politica monetaria.

La Bce continuerà gli acquisti di debito col programma per l'emergenza pandemica 'Pepp' "almeno fino a giugno 2021" o "fino a quando la Bce non considererà l'emergenza da coronavirus terminata", conducendoli "in maniera flessibile nel tempo, per classi di asset e fra i paesi". Lo conferma il consiglio direttivo dopo la riunione. Il consiglio direttivo della Bce "è pronto a regolare tutti i suoi strumenti, come opportuno, per assicurare la convergenza dell'inflazione verso il suo obiettivo in maniera sostenibile". Lo ribadisce una nota della Bce dopo la riunione di politica monetaria. .

"L'Eurozona necessita ancora di un ampio stimolo monetario" - ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde. "I dati economici nell'Eurozona indicano un forte rimbalzo dell'attività economica anche se il livello è più basso rispetto al periodo pre-pandemico " , ma "le prospettive della ripresa continuano ad essere circondate da incertezze a causa dell'emergenza coronavirus". La Bce rivede in meglio le stime di crescita dell'Eurozona per quest'anno a -8% da -8,7% stimato a giugno. Quindi +5% nel 2021 e +3,2% nel 2022. Le stime di giugno della Bce vedevano il Pil a -8,7% quest'anno, quindi +5,2% nel 2021 e +3,3% nel 2022.

BCE MONITORA RIALZO EURO MA NON E' TARGET "Il consiglio direttivo ha discusso l'apprezzamento dell'Euro ma il tasso di cambio non è un target della nostra politica monetaria". Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza stampa successiva alla riunione del board, sottolineando però che la Bce monitorerà con "attenzione" la situazione per quanto riguarda gli effetti sull'inflazione.

QUOTAZIONI EURO IN CRESCITA L'euro sale ancora ai massimi di giornata a 1,1879 dollari (+0,7%) dopo i commenti della presidente Bce Christine Lagarde secondo cui il board ha discusso dell'apprezzamento della moneta unica e "monitorerà" ribadendo però come i cambi non rientrino fra i suoi obiettivi.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie