Giovani Confindustria: Riccardo Di Stefano eletto presidente

Bonomi, un grande Paese ha bisogno di grande coraggio

Riccardo Di Stefano è stato eletto presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria per il prossimo triennio.

Classe 1986, palermitano, ha preso a 26 anni le redini dell'azienda di famiglia, l'Officina Lodato, nell'impiantistica civile e industriale, e nella stessa filiera ha fondato Meditermica. Nel movimento degli industriali under 40 è stato negli ultimi tre anni vicepresidente nazionale, con la delega all'education ed al capitale umano, nella squadra del presidente Alessio Rossi che ora passa il testimone al termine di un mandato che per statuto non è rinnovabile.

"Il movimento dei Giovani Imprenditori di Confindustria si fonda sull'idea di promuovere un'Italia visionaria e internazionale, come le sue imprese", ha sottolineato  Di Stefano parlando ai Giovani Imprenditori di Confindustria che lo hanno eletto loro leader per il prossimo triennio: "Ora come non mai - dice -  noi imprenditori dobbiamo essere collettore delle migliori energie del Paese, interpreti del cambiamento per rendere l'Italia moderna, innovativa, sostenibile e inclusiva"

"I Giovani Imprenditori rappresentano da sempre un laboratorio di innovazione, di proposta e di impegno", commenta il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi: "Al neo presidente Riccardo Di Stefano e alla sua squadra l'augurio, in questa direzione, di essere sempre coraggiosi nelle proposte e nelle azioni per garantire e rafforzare quell'importante contributo di visione e di concretezza che serve alle nostre imprese. Una grande Paese ha bisogno di grande coraggio".

 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie