Leonardo: Profumo, con dedizione dipendenti sostegno a Paese

Riferisce apprezzamento Borrelli per iniziate solidarietà Covid

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Dallo scorso mese di marzo grazie all'impegno, dedizione e capacità dei dipendenti di Leonardo abbiamo supportato la Protezione Civile con operazioni aeree di solidarietà. Voglio ringraziarvi tutti nuovamente condividendo l'apprezzamento ricevuto dal dottor Borrelli". La.d. di Leonardo, Alessandro Profumo, si rivolge ai dipendenti con un tweet ricordando l'impegno in azienda per iniziative di solidarietà sul fronte dell'emergenza Covid-19 e riferendo del ringraziamento, rivolto anche a tutti i dipendenti, arrivato espresso capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli.
    In Leonardo, accanto a numerose iniziative aziendali, non sono mancate iniziative di solidarietà diretta dei dipendenti.
    Lo stesso Alessandro Profumo nei giorni scorsi ha rinunciato al suo bonus 2019 da circa 660mila euro per devolverlo a progetti di solidarietà, e nel farlo ha proposto ai circa 49mila di partecipare, con la massima libertà e nell'anonimato, ad un "impegno comune".
    Dall'inizio delle operazioni aeree di solidarietà messe in campo dall'azienda a metà marzo e fino al completamento delle stesse a fine maggio, Leonardo ha impiegato due aerei (un C-27J Spartan e un ATR-72) e tre elicotteri (un AW139 e due AW189), con l'impegno diretto dei propri piloti e del personale tecnico di assistenza e specialistico. Nel corso delle operazioni di trasporto di sistemi e equipaggiamenti sanitari - mascherine, respiratori, camici, tamponi, reagenti, ventilatori, valvole - sono state accumulate complessivamente oltre 190 ore di volo trasportando quasi 670 metri cubi di materiale raggiungendo da Torino e Malpensa molteplici località distribuite su tutto il territorio nazionale, isole comprese. A questo si aggiunge, oltre a diverse altre iniziative, la realizzazione nel Paese di oltre 900 unità tra valvole in materiale plastico per respiratori, visiere protettive e salva orecchie impiegando tecnologia 'additive manufacturing' con stampanti 3D presso stabilimenti Leonardo in Abruzzo, Lazio, Liguria, Puglia e Toscana. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie