Fmi: mondo in recessione, ripresa Cina incoraggiante

Resta incertezza epidemia e suo ritorno non può essere escluso

Il coronavirus "ha spinto il mondo in recessione. Il 2020 sarà peggio della crisi finanziaria". LO afferma il Fmi in un blog firmato da John Bluedorn, Gita Gopinath e Damiano Sandri. "La ripresa in Cina, anche se limitata, è incoraggiante e suggerisce che le misure di contenimento possono avere successo nel controllare l'epidemia e spianare la strada alla ripresa dell'attività economica" mette in evidenza il Fondo, sottolineando però che c'è un'elevata incertezza sulla strada futura della pandemia e un suo riemergere in Cina e in altri paesi non può essere escluso".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie