Sacertis-Sund&Baelt, accordo salva-ponti

Tecnologia Cea per diagnosi sicurezza e manutenzioni preventive

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - La tecnologia e l'ingegneria italiane unite al know-how danese per garantire sicurezza e interventi di prevenzione nel processo di invecchiamento delle infrastrutture europee. Sacertis e Sund&Baelt hanno firmato un accordo per lo sviluppo di nuovi strumenti in tal senso. Con il contributo di Ibm Research, Sacertis fornirà al mercato la tecnologia basata su intelligenza artificiale, collaudata sulle strutture danesi, in particolare sul ponte Storebaelt.
    "Grazie a sensori, algoritmi avanzati e ingegneri strutturisti di fama internazionale, l'iniziativa migliorerà la sicurezza e la durata dei ponti in Italia e in Europa - si legge in una nota -. Il progetto attinge a oltre 20 anni di esperienza ingegneristica maturata sul più lungo ponte d'Europa, lo Storebaelt in Danimarca". Insieme le due società hanno progettato Cea (Civil engineering advisor), un software di ingegneria che diagnosticherà i ponti italiani per garantire la sicurezza e l'ottimizzazione delle manutenzioni preventive.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie