E' crisi della vaniglia, trema il mercato del gelato

Prezzi decuplicati con il ciclone in Madagascar

   Un ciclone si abbatte sul Madagascar e il mercato del gelato artigianale trema, con i prezzi della vaniglia decuplicati e molti produttori che l'hanno rimossa dai loro menù. Lo riporta il Financial Times.
    Il Madagascar è il maggiore produttore al mondo di vaniglia e il ciclone che ha messo in difficoltà le piantagioni, causando una carenza di vaniglia, uno dei gusti più popolari al mondo. La carenza ha fatto schizzare i prezzi fino a 600 dollari al chilogrammo quest'anno. Un rialzo che i produttori hanno scaricato sui consumatori, e che ha spinto la catena di gelaterie londinese Oddono a ritirare la vaniglia dal menù. In Madagascar l'aumento dei prezzi ha invece avuto effetti positivi, consentendo agli agricoltori per la prima volta di potersi permettere case di cemento e scuole per i figli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie