Economia

  • Alitalia: alta affluenza referendum. Gentiloni, sì o non si sopravvive

Alitalia: alta affluenza referendum. Gentiloni, sì o non si sopravvive

L'Anpac, prevalga buon senso, non ci sono alternative al sì. Si vota fino alle 16 di lunedì

L'affluenza al referendum sul verbale di confronto tra Alitalia e sindacati "era a circa il 55% ieri sera a chiusura seggi alle 21.00". Lo rende noto la Uiltrasporti, ricordando che alle 16.00 di lunedì si chiuderanno le votazioni e poi il 26 aprile ci sarà al Ministero dello sviluppo economico la prima riunione post referendum tra azienda e sindacati. "Il referendum si sta svolgendo in modo ordinato, l'affluenza è alta ma la gente è arrabbiatissima e ne ha tutte le ragioni" ha detto all'ANSA il segretario generale dell'Anpac, Antonio Divietri, nel terzo giorno di voto, chiedendo quale sia "l'alternativa a questo accordo" e che "bisogna scegliere tra la padella e la brace". Per protesta "tanti colleghi si sono dimessi dai sindacati", ha spiegato Divietri, sottolineando che "ad oggi l'Anpac ha perso 180 assistenti di volo e 3 piloti". Sull'esito finale del referendum Divietri afferma che "onestamente non so come andrà a finire", ma sottolinea che "non c'è alternativa al sì", auspicando "che prevalga il buon senso".

Gentiloni, senza intesa non sopravvive  - "So bene che ai dipendenti vengono chiesti sacrifici, ma so che senza l'intesa sul nuovo piano industriale l'Alitalia non potrà sopravvivere". Lo afferma il premier Paolo Gentiloni in una dichiarazione, affermando che "mentre è in corso la consultazione sul pre-accordo raggiunto tra Alitalia e sindacati, sento il dovere di ricordare a tutti la gravità della situazione in cui ci troviamo". "Mentre è in corso - sostiene il premier - la consultazione sul pre-accordo raggiunto tra Alitalia e sindacati, sento il dovere di ricordare a tutti la gravità della situazione in cui ci troviamo. Alitalia è una azienda privata. Di fronte alle sue perduranti e serie difficoltà il governo ha incoraggiato gli azionisti italiani e stranieri a impegnarsi in un nuovo piano industriale e in una forte ricapitalizzazione della società". "So bene che - conclude - ai dipendenti vengono chiesti sacrifici, ma so che senza l'intesa sul nuovo piano industriale l'Alitalia non potrà sopravvivere".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie