Economia

Deutsche Bank, ok aumento da 8 miliardi, crolla in Borsa

Vendita quota unità asset management. Resta Postbank

Crolla in Borsa Deutsche Bank dopo il via libera del cda all'aumento di capitale da circa 8 miliardi di euro. A metà giornata il titolo perde il 5,5%.

Il cda ha fissato anche la vendita, nei prossimi 2 anni, di una quota dell'unità di asset management. Verrà mantenuta invece Postbank.

L'aumento avverrà attraverso l'emissione di 687,5 milioni di nuove azioni che saranno inizialmente sottoscritte da Credit Suisse, Barclays, Goldman Sachs, BNP Paribas, Commerzbank, HSBC, Morgan Stanley e UniCredit. Si prevede che il periodo di sottoscrizione si apra il 21 marzo per chiudersi il 6 aprile. L'obiettivo è quello di raggiungere un Cet1 ratio del 14,1% e un leverage ratio del 4,1%. Altri 2 miliardi saranno reperiti attraverso la cessione di asset e l'Ipo di una quota di minoranza di the Deutsche Asset Management.   

Approvato anche un piano di riduzione dei costi: 2 miliardi entro il 2018. Il Consiglio ha anche nominato due vice del Ceo John Cryan, attraverso promozioni interne: Marcus Schenck e Christian Sewing.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie