Economia

Fca conferma, indagini in Usa per emissioni diesel

Concorrenza piu' difficile se altri costruttori seguiranno la strada del consolidamento

 Fca conferma di essere sotto indagine della Sec, del Dipartimento di Giustizia e di alcuni procuratori generali di stati americani. L'accusa e' la violazione degli standard sulle emissioni diesel. Lo afferma la casa automobilistica nel Report annuale depositato alla Sec. ''Abbiamo ricevuto richieste di informazioni da parte di alcune autorita''' americane. ''Stiamo indagando e intendiamo cooperare''. ''Non siamo in grado al momento di prevedere'' il risultato delle indagini, che potrebbero risultare nell'imposizione di sanzioni

RISCHI DA STAGIONE FUSIONI Fca potrebbe essere soggetta a una ''intensa concorrenza se altri costruttori seguiranno la strada del consolidamento''.  afferma inoltre il gruppo. ''Mentre continuiamo con l'attuazione del nostro piano industriale - si legge - se i nostri competitor saranno in grado di integrarsi con successo l'uno con l'altro e noi non avremo successo nei nostri sforzi di collaborare e adattarci in modo efficace all'aumentata concorrenza, l'integrazione dei nostri rivali potrebbe avere effetti materiali avversi sulla nostra attivita'''.    

COMPENSI VERTICI  John lkann ha guadato alla presidenza di Fca nel 2016 un totale di 2,4 milioni di euro. All'amministratore delegato Sergio Marchionne sono andati invece 10,6 milioni di euro. E' quanto emerge da una comunicazione di Fca alla Sec. Nel dettaglio Marchionne ha guadagnato un salario di 3,6 milioni di euro, a cui vanno aggiunti incentivi per 6,1 milioni e altri compensi per 917.670 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie